AmbienteEcologia

Produrre energia elettrica dalla pioggia, arriva una nuova tecnologia

Produrre energia elettrica dalla pioggia potrebbe essere presto possibile grazie a una nuova tecnologia capace di sfruttare le gocce d’acqua.

Il progetto che ha trovato il modo per produrre energia elettrica dalla pioggia è guidato dal professor Wang Zuankai della City University of Hong Kong e sfrutta le particolari proprietà di alcuni materiali e alcuni principi fisici per sfruttare l’azione delle gocce d’acqua per ricavarne elettricità.

produrre-energia-elettrica-pioggia

Energia dalle gocce d’acqua

Il sistema sviluppato per produrre energia elettrica dalla pioggia ha un funzionamento i cui principi sono tutt’altro che semplici, ma molto ingegnosi. Per dirla profanamente il sistema sfrutta le proprietà di un elettrete, un materiale il quale ha la proprietà di essere l’equivalente elettrico di magnete naturale, ossia capace di mantenere una certa carica elettrica o «polarizzazione elettrostatica». Le gocce d’acqua, colpendo questo materiale, per un effetto chiamato triboelettrico, lo stesso che vi permette di attaccarvi ai capelli un palloncino dopo averlo sfregato con un panno di lana, finiscono per caricarlo elettricamente fino a un punto di saturazione. Giunto a quel punto, l’elettrodo ricoperto di questo materiale che è stato in grado di accumulare la carica, quando una goccia d’acqua «chiuderà il circuito» con un altro elettrodo in alluminio, scaricherà la carica accumulata producendo corrente elettrica.

Per dirla in parole ancora più semplici, il sistema è in grado di produrre energia elettrica dalla pioggia, sfruttando la carica generata dall’attrito dovuto dal battere delle gocce sulla superficie del congegno. La tensione prodotta può arrivare a 140 V con una semplice goccia caduta da 15 cm d’altezza, abbastanza per accendere 100 piccoli LED. Per quanto il sistema sia ancora in fase di sviluppo, le applicazioni possibili sono innumerevoli: dai tetti delle case, agli ombrelli, fino alle coperture per le navi. Un sistema che potrebbe essere rivoluzionario nell’ambito delle energie rinnovabili, anche se si è ancora lontani dal determinare la possibile scalabilità del progetto. Non resta che attendere l’avanzamento della ricerca.

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.