FoodFrutta & Verdura

Pomelo, proprietà e benefici

Originario dell’Asia il pomelo ha diverse proprietà interessanti e un gusto piacevole che ne ha permesso la diffusione in tutto il mondo.

Un vero e proprio frutto gigante, il pomelo è l’agrume più grande in commercio. Oggi particolarmente apprezzato anche sulle nostre tavole è originario del Sud Est Asiatico. Coltivato sin dall’antichità è diffuso in gran parte del mondo, in Italia ad esempio, esistono diverse coltivazioni in Sicilia. L’origine del suo nome è sconosciuta ma nei paesi occidentali è anche noto come shaddock o anche sciadocco in Italia. Il suo nome scientifico è Citrus Maxima. Oltre ad un sapore piacevole è apprezzato anche per le sue proprietà: vediamo quali.

pomelo

Proprietà nutrizionali del pomelo

Come accennato, un singolo pomelo è generalmente molto grande. Dal diametro di circa 20-30cm può raggiungere un peso di diversi chili. Generalmente di colore verdastro-giallognolo ha una buccia molto spessa che protegge la polpa interna. All’interno il pomelo può contenere in genere dai 10 ai 18 spicchi. Una porzione di 100g di frutto contiene circa 38kcal di cui la maggior parte (9,6g) carboidrati. Il contenuto di proteine e grassi è minimo.

Il pomelo è inoltre, come altri agrumi, una fonte eccezionale di vitamina C, circa 60mg per 100g di pomelo. Tra le altre vitamine presenti in abbondanza troviamo anche le B1, B2, B3 e B6. Tra i minerali i più presenti troviamo il potassio. Come altri frutti il pomelo è ricco di fibre, in particolare la buccia commestibile, fino a 6g ogni 100.

I benefici di mangiare il pomelo

Grazie alle sue proprietà il pomelo è particolarmente indicato come apporto nutrizionale per le diete ipocaloriche. Ricco in antiossidanti dalle buone proprietà anti-infiammatorie il pomelo può aiutare nel ridurre lo stress ossidativo. È inoltre una solida fonte di carotenoidi che funzionano da supporto al sistema immunitario. Sui benefici diretti del pomelo sulla salute del cuore ancora mancano ricerche scientifiche approfondite.

Oggi facilmente reperibile, il pomelo ha un sapore meno aspro rispetto al suo discendente più diretto, il pompelmo. Può essere consumato direttamente oppure aggiunto a diverse preparazioni. Può diventare una ottima aggiunta, ad esempio, per una fresca insalata. Anche la buccia è commestibile e può venire preparata per dolci o canditi. Il pomelo è spesso usato in Asia anche come base per diversi liquori. Il consumo di pomelo, come altri agrumi, può influire sull’azione di alcuni farmaci. In questo caso è sempre consigliabile consultare il proprio medico prima del consumo in caso di dubbio.