BevandeBirra

Perché si mette il limone nella birra?

Vi siete mai domandati perché in qualche birra si mette il limone? Ecco la storia e il significato di questa particolare usanza.

Alcune birre vengono servite accompagnata da una fettina di limone o lime infilata nel collo della bottiglia o posizionata sul bordo del bicchiere. La più nota tra queste è sicuramente la Corona messicana, e non è certo un caso.

Perché si mette il limone nella birra

Birra e limone, una storia messicana

L’origine di questo particolare abbinamento è da ricondurre al Messico. Nei decenni del ‘900 i produttori di birra del paese centramericano doveva trovare il modo di risolvere un problema piuttosto fastidioso: gli insetti. La birra, spesso contenuta in barili di legno, non mancava di attirare schiere di insetti, tra cui mosche e scarafaggi, intenti a raggiungere a tutti i costi il nettare ambrato. La soluzione dei birrai messicani fu quella di circondare i contenitori con numerose fette di limone o lime. L’agrume rendeva, grazie anche alla sua acidità, decisamente più difficile agli insetti raggiungere la birra. Problema risolto! Da li ad arrivare alla famosa fetta nel collo di bottiglia il passo è breve, specialmente considerando che risulta un metodo altrettanto efficace per tenere lontani i fastidiosi insetti dalla nostra meritata birra.

birra e limone

Perché non mettere il limone nella birra

Oggi l’associazione tra limone e birra risulta più una questione tradizionale che funzionale, salvo in alcuni casi in Nord Europa in cui l’agrume viene utilizzato per stemperare le note amare delle forti doppio malto locali. Quale sia il suo scopo, questo uso trova diversi detrattori. Il limone, per i veri appassionati, andrebbe ad alterare il sapore e i profumi della birra. Secondo i puristi, per quanto piacevole, bere birra e limone, non è bere birra. Siete avvertiti!

blank

Chitarrista, motociclista, da sempre appassionato di scienza, tecnica e natura. Sono laureato in Psicologia del Lavoro e della Comunicazione. Curioso per natura amo i viaggi, il buon vino e scoprire cose nuove. Da qualche anno nel settore del marketing digitale e della comunicazione.