CulturaStoria

Perché nei fantasy c’è sempre tanto cibo?

Nel mondo della lettura fantasy il cibo è sempre preso con la massima serietà. Dai miti greci al gigante Tolkien, passando per favole e romanzi, la tavola nei libri fantastici è sempre imbandita.

Vi siete mai chiesti perché nei fantasy c’è sempre tanto cibo? Che si stia parlando di Tolkien e il suo Signore degli Anelli, o del Trono di Spade di R.R. Martin, si scopre che fin dall’alba della narrativa cibo, bagordi e bevande sono sempre state immaginate nei mondi più fantastici. Del resto chi si può dimenticare le tavole traboccanti di ogni prelibatezza descritte in Harry Potter?


Perche nei fantasy ce sempre tanto cibo

Il cibo nei fantasy

Il dr. Robert Maslen, professore associato alla University of Glasgow e fondatore di uno tra i primi corsi sulla letteratura fantasy, ha cercato di rispondere alla domanda. È il primo a sottolineare come il cibo sia un elemento sempre presente nella letteratura mitologica, dove il genere fantasy pesca a piene mani. D’altra parte sono spesso le esperienze personali degli autori ad incidere su questi temi.

Perche nei fantasy ce sempre tanto cibo

Tolkien per esempio aveva vissuto sulla sua pelle i razionamenti della Prima Guerra Mondiale, e ha deciso di riproporre una visione del cibo maturata in quegli anni: mangiare può essere un’azione dal grande potere corroborante, può unire amici attorno ad un focolare o a un tavolo. Del resto il re indiscusso del fantasy elenca un numero impressionante di preparazioni, ricette e prodotti, non trascurando mai di parlare del buon cibo.

Secondo Maslen, che cita molti altri esempi, il cibo è addirittura uno degli degli ingredienti fondamentali per un buon fantasy. Spesso agisce come una sorta di ancora che mantiene i personaggi buoni saldi nei confronti del male che dilaga. Per quanto le cose possano andare storto non c’è pausa migliore per ritemprarsi che un buon pasto caldo. Perfino R.R. Martin, famoso per rompere le regole tipiche di questo genere letterario, si concede lunghe descrizione dei piatti. Zuppe in primis, chissà perché.

TOPIC filmlibri
REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.