FoodPane & Pasta

Pane fresco, alcuni consigli per conservarlo al meglio

Il pane fresco è delizioso ma la sua fragranza può durare poco se conservato senza attenzione. Con qualche accorgimento è possibile prolungare la freschezza del pane per qualche giorno in più.

Il pane fresco è sempre squisito, tuttavia basta spesso pochissimo prima che perda la sua fragranza e diventi stantio se non addirittura marmoreo. Con qualche piccolo semplice accorgimento è tuttavia facilissimo allungare la «vita» del pane fresco.


conservare pane legno

Non mettere mai il pane in frigorifero

La principale ragione per cui il pane si rafferma è dovuta all’amido. Durante il processo di cottura del pane le molecole che compongono l’amido perdono di coesione. Con le basse temperature invece queste molecole tendono a riassumere la coesione naturale rendendo il pane stantio. Invece di conservarlo più a lungo, il frigorifero accorcia la durata della freschezza del vostro pane!

conservare pane integrale

Frigorifero no ma congelatore sì

Come per molti altri alimenti, il metodo migliore per conservare la fragranza del pane è surgelarlo. In questo caso la temperatura è così bassa che gli amidi assumeranno la loro coesione iniziale molto più lentamente. Il vantaggio di surgelare il pane è che, quando vorrete mangiarlo, basteranno pochi minuti nel forno per renderlo fresco quasi come il giorno in cui è stato fatto. Il pane surgelato può conservare la sua fragranza fino a due o tre mesi.

conservare pane castagne

Conservate in un contenitore asciutto

Il contenitore migliore per conservare il pane è un contenitore in ceramica. Questa in particolare è efficace nel bilanciare umidità e circolazione dell’aria fondamentali sia per tenere l’interno del pane molle e la crosta croccante. Più raro dalle nostre parti, ma anche un contenitore in bamboo funziona benissimo. Evitate comunque di stipare il contenitore con troppo pane per tenere basso il livello di umidità. Se conservate il pane in un contenitore di questo tipo non avvolgetelo nella carta perché così facendo «intrappolerete» l’umidità rovinando più facilmente la crosta.

conservare pane corpo

Avvolgere in carta o plastica

Se non avete un contenitore apposta per il pane anche sacchetti di carta (come quello del panettiere) possono allungare un poco la vita del vostro pane. Avvolgere il pane prima in un sacchetto di carta e poi ancora in un sacchetto di plastica allungherà la fragranza per uno o due giorni in più.

conservare pane forno

Tagliate il pane dal centro

Quando in tavola, invece di tagliare fette pane partendo da un lato e poi proseguendo verso il centro, tagliate il pane direttamente a metà e procedete a tagliare le fette che vi servono dal centro verso l’esterno. Mettete poi le metà di pane che avanzano l’una contro l’altra come a «richiudere» il pane. In questo modo esporrete meno il «cuore» di mollica all’aria conservandone la fragranza più a lungo.

conservare pane vicino

Rivitalizzare il pane stantio

Se il pane non è ancora duro ma solo stantio il più delle volte è possibile riportare un poco di freschezza originale. Scaldare leggermente il pane nel forno può aiutare a togliere il senso di gommosità eliminando un poco di umidità. Se invece il pane è già secco a volte è possibile recuperare morbidezza semplicemente utilizzando un pennello e un poco d’acqua.

A volte purtroppo non c’è niente da fare: il pane si rafferma. In questo caso assolutamente non gettatelo via. È uno spreco. Ci sono dozzine di modi in cui è possibile riutilizzare il pane raffermo ma questo è tema per un’altra volta.

TOPIC pane
REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.