Cibi etniciFood

No, il tofu non è formaggio e non viene dal Giappone

Oggi vi raccontiamo di un prodotto che in Italia conosciamo con il suo nome giapponese, ma che in realtà nasce in Cina ed è diffuso in tutto Oriente.

Noi lo chiamiamo semplicemente tofu, come farebbe un buon giapponese, ma questo prodotto ha un nome diverso in Cina, Cambogia, Vietnam e Corea. Non è nemmeno originario del Paese del Sol Levante, ma cinese, e spesso viene confuso con un formaggio. Un alimento misterioso per molti versi, visto che in effetti vede l’impiego del caglio come i derivati del latte ma la sua materia di base non viene da animali: è semplice soia.

Un panetto di tofu

Tutto quello che dovete sapere

Le basi: il tofu si definisce come caglio di semi o polenta – in questo caso di semplice soia. Lo si ottiene dal liquido ricavato dalla pressatura dei semi di questa pianta, a cui va aggiunto del caglio perché si realizzi il cambio di consistenza. Ed è proprio questo passaggio ad essere la chiave delle diverse tipologie di tofu che si trovano in Asia. L’ultimo «tocco» è una pressatura, grazie alla quale il tofu prende la sua tipica forma a mattone.

tofu con un condimento saporito

Si crede che il tofu sia stato inventato in Cina quasi 3000 anni fa, anche se l’esatta storia è andata perduta. Inizialmente questo tipo di prodotti, che potremmo definire caseari, non erano diffusi tra gli ambienti più rurali, ma fu molto probabilmente grazie al buddismo che questa preparazione divenne così famosa. Il Giappone da questo punto di vista fu probabilmente il trampolino da cui la ricetta si diffuse poi in tutta l’Asia.

No, il tofu non è formaggio e non viene dal Giappone

Lo potete cucinare in tantissimi modi diversi anche perché, almeno nelle varietà a cui siamo abituati noi europei, non ha un forte sapore di per sé. Potete innanzitutto sbizzarrirvi con fantasiose marinature, più agrumate e fresche in estate, più decise e intense in inverno. Potete impiegarlo come un dolce se accostato a ingredienti come mandorle, pistacchi e miele. Impanato e fritto conquista tutti i palati, ma congelato potrebbe essere ancora più interessante, visto che perde il suo tipico siero e diventa più compatto. Il tofu è una straordinaria tela bianca su cui si possono inventare nuove ricette senza sosta.

Fonti: wikipedia.org – rispostafacile.it – italia-in-giappone.com – cookforyourlife.org – blog.edoapp.it

Matteo Buonanno Seves

Un giovane laureato in Scienze Gastronomiche con la passione per il giornalismo e il mai noioso mondo del cibo, perennemente impegnato nel tentativo di schivare le solite ricette e recensioni in favore di qualcosa di più originale.