NutrizioneSalute

Menopausa: quello che mangi può anticiparla

Una dieta ricca di carboidrati può anticipare la menopausa mentre una ricca di pesce e verdure può ritardarla. Una ricerca dell’Università di Liverpool ha indagato la connessione tra regime alimentare e l’età media della menopausa.


Mangiare molta pasta, riso e carboidrati in genere, specie se lavorati, potrebbe comportare un anticipo della menopausa fino a 1 anno e mezzo di media. Un regime alimentare basato soprattutto su piselli, fagioli e olio di pesce potrebbe invece posticiparla. Lo studio che ha suggerito un legame tra ciò che le donne mangiano e la menopausa è stato pubblicato sulla rivista Journal of Epidemiology and Community Health da un gruppo di ricercatori dell’Università di Leeds in Inghilterra.

Menopausa quello mangi anticiparla

Dipende da quello che mangi

Mangiare tanti carboidrati provenienti da cibi lavorati come pasta, riso o pizza potrebbe anticipare la menopausa in media di 1,5 anni. Ne sono convinti i ricercatori dell’Università di Leeds che hanno analizzato i dati di uno studio condotto su oltre 35mila donne inglesi. Secondo gli studiosi una dieta ricca di legumi come fagioli, piselli, lenticchie e ceci potrebbe avere l’effetto opposto ritardando invece la menopausa per un simile periodo di tempo.

Menopausa quello mangi puo anticiparla

La ricerca ha raccolto i dati provenienti da donne di età compresa tra i 35 e i 69 anni. I questionari hanno raccolto informazioni riguardo al peso, l’attività fisica quotidiana, storia riproduttiva e medica. Tra le domande anche le quantità stimate riguardanti il consumo di 217 tipi differenti di cibo. I dati finali hanno riguardato un campione di 914 donne britanniche.

Cosa influenza la menopausa

Gli studiosi hanno cercato di spiegare i risultati della loro ricerca. I legumi sono ricchi di antiossidanti e questo potrebbe contribuire a preservare le mestruazioni più a lungo. Anche gli omega 3, abbondantemente presenti nell’olio di pesce, potrebbero agire nella stessa maniera. Dall’altro lato invece, carboidrati lavorati possono aumentare la resistenza all’insulina e i livelli di estrogeni causando quindi cicli più frequenti.

Menopausa quello che mangi anticiparla

Per ammissione degli stessi ricercatori, lo studio è di tipo osservazionale, il che significa che non è in grado di stabilire una reale connessione causa-effetto tra regime alimentare e menopausa basandosi su parametri scientifici. Eppure, dicono da Leeds, è evidente come l’alimentazione possa venire considerata uno dei fattori influenti. Ulteriori ricerche saranno necessarie per indagare più a fondo la natura di questa relazione eppure, per i ricercatori, questo è un interessante punto di partenza.

È questo sufficiente a stimolare un cambio di regime alimentare? Secondo l’intervento di diversi esperti alla BBC lo studio è un approccio interessante che mette in luce un aspetto spesso trascurato: l’alimentazione. Tuttavia questo non è sufficiente: il cibo e il metabolismo non sono l’unico fattore ad influire sul corpo e sarebbe errato considerare di avere per mano una ricetta facile per ritardare o anticipare la menopausa.

Fonti: University of Leeds – BBC – Science Direct

Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazioni indesiderate.

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.