FoodLifestyle

Mangiare insetti? In Galles si spiega a scuola come cambia l’alimentazione

In Galles si insegnerà ai bambini a scuola qual è il futuro dell’alimentazione spiegando come e quando mangiare insetti.

Farina di grillo, vermi della farina, cavallette, sono solo alcune delle potenziali prelibatezze che popoleranno un giorno le nostre tavole nel tentativo di mantenere un equilibrato apporto di proteine senza necessariamente dover ricorrere alla carne. Sul futuro della nostra alimentazione saranno certamente istruiti un gruppo di bambini gallesi che proprio a scuola scoprirà tutto su come mangiare gli insetti in una cultura, quella Europea, fino ad oggi ancora restia ad introdurre il cambiamento nel proprio panorama culinario.

mangiare insetti scuola
Foto: Yan Krukov @Pexels

Spiegare a scuola come mangiare insetti

Quattro scuole primarie del Galles saranno destinate ad ospitare un programma pilota del Regno Unito che punta ad educare i bambini sul futuro dell’alimentazione e delle proteine alternative. Il programma coinvolgerà allo stesso modo bambini e insegnati. L’obiettivo: non solo spiegare tutto quello che c’è da sapere su come mangiare gli insetti, ma anche quello di introdurre potenzialmente gli insetti nel menù scolastico. Sperando che i bambini non rimangano troppo schizzinosi. Ai piccoli studenti verrà infatti proposto VeXo, un prodotto combinazione di insetti commestibili e proteine vegetali che ricorda, vagamente, la carne macinata.

A scuola d’ambiente

Il progetto sarà guidato dai ricercatori dell’Università di Cardiff e dell’Università dell’Inghilterra Occidentale proprio per scoprire l’opinione dei bambini nei confronti dei temi ambientali e di quanto queste conoscenze possano influire su un cambio di opinioni (e di atteggiamento) sul cibo portato in tavola. Nelle aspettative, oltre a risultati utili per la ricerca, il progetto dovrebbe fornire alle scuole inglesi una prima linea guida su come affrontare in classe il tema dell’impatto ambientale e delle ripercussioni sull’alimentazione.

Insetti il futuro delle proteine?

Mangiare insetti è una pratica comune in moltissime regioni del mondo ma ancora qualcosa di alieno in gran parte d’Europa e nei paesi occidentali in genere. Gli insetti commestibili sono tuttavia una fonte di proteine ​​più sostenibile rispetto ai prodotti di origine animale come carne e latticini, perché richiedono meno consumo di suolo e producono minori emissioni di gas serra. Sono inoltre non solo ricchi di proteine ma anche di antiossidanti, vitamine e altri nutrienti fondamentali.

“Le voci dei giovani stanno diventando sempre più importanti nelle discussioni sul futuro ambientale e sul benessere degli animali” ha spiegato il dott. Christopher Bear dell’Università di Cardiff “Ma c’è ancora poca ricerca su come questi valori si traducano in atteggiamenti e pratiche di consumo di cibo tra i bambini”. Considerando come spesso anche solo far mangiare verdure ai bambini può essere una sfida, quella dei ricercatori inglesi pare, se non altro, una strada in salita.

blank
Laureato in Scienze Politiche e Comunicazione Pubblica, ha lavorato in radio e nel tempo libero si dedica alla scrittura creativa. Da sempre appassionato di cultura, scienza e tecnologia è costantemente a caccia di nuove curiosità in grado di cambiare il mondo in cui viviamo.