AmbienteEcologia

Lotta agli incendi: l’uomo cerca strategie vincenti

Negli USA la lotta agli incendi è una sfida costante e, mentre il cambiamento climatico alimenta le fiamme, cercare nuove soluzioni appare d’obbligo.

La lotta agli incendi negli USA impegna da anni autorità e popolazione ma gli ultimi drammatici bilanci non rendono giustizia agli sforzi profusi. Il riscaldamento globale sta, infatti, rendendo le fiamme sempre più aggressive e il futuro preoccupa gli esperti. Agire rapidamente è doveroso e rivalutare le strategie attualmente in uso, per puntare sul fuels management, potrebbe rivelarsi l’unica strada.

lotta agli incendi
Izaac Elms @Pexels

Lotta agli incendi

La lotta agli incendi rappresenta nel panorama statunitense una preoccupazione pressante. Nel 2020 lì sono divampati 58.950 fuochi, per un totale di 10.122.336 di acri bruciati. Il Dixie Fire nel 2021 ha devastato la California e il Caldor Fire, divampato nella medesimo stato, ha costretto all’evacuazione migliaia di persone. Il riscaldamento globale non fa altro che fornire una base perfetta. I diversi terreni diventano, infatti, sempre più secchi e infiammabili e, al momento del divampare delle fiamme, queste si fanno presto inarrestabili. Oggi le risorse vengono per lo più convogliate verso la battaglia contro il fuoco, ma investimenti più massici nella prevenzione delle emergenze appaiono necessari.

Strategie contro gli incendi

Alla luce degli ultimi dati cercare nuove soluzioni per la lotta agli incendi appare inevitabile. È in primis necessario correggere le politiche di soppressione del fuoco. Le fiamme hanno, infatti, un ruolo nel ciclo vitale degli ecosistemi ed eliminarle non è una soluzione. Intervenire sul “combustibile in eccesso” appare un approccio ben più ragionevole. Eliminare sterpaglie, piccoli alberi e detriti legnosi altamente infiammabili attraverso azioni di management del territorio è vitale. Intervenire sulla densità della vegetazione può, inoltre, risultare determinante.  Aumentare a ogni costo il numero di alberi ha, in vaste zone, dato vita a tratti di foresta giovani e vulnerabili e sfoltire in modo razionale potrebbe aumentare la resilienza di tali ecosistemi.

Cambiare la lotta agli incendi

Rivoluzionare le strategie di lotta agli incendi appare negli USA vitale. Riservare più fondi e attenzione alle politiche di fuels management potrebbe davvero fare la differenza. È necessario poi privilegiare l’assunzione di lavoratori qualificati, nonché una razionale distribuzione delle risorse, volta ad aiutare maggiormente le realtà più vulnerabili. Educare opportunamente le comunità, così da prepararle alla tutela e al recupero degli ecosistemi pre e post emergenza dovrebbe risultare un’altra priorità. Sovvenzionare anche i privati per favorire una corretta gestione del territorio porterebbe, poi, vantaggi anche alla collettività e ciò dovrebbe essere compreso.

Fare passi avanti nella lotta agli incendi è fondamentale per il futuro del pianeta. Alcune strategie potrebbero apparire troppo radicali, ma proteggere l’ambiente dal fuoco significa anche preservare la capacità di sequestro del carbonio dei diversi ecosistemi. L’uomo ha, insomma, tutti gli interessi a vincere la sfida e se per farlo fosse necessario tornare sui propri passi, nessuno avrebbe certo molto da ridire.

blank
Laureata in Filosofia, credo fermamente che ogni sfaccettatura del sapere umano meriti di essere inseguita. Amo la lettura, gli animali e la natura e penso che solo continuando a farsi domande sia possibile mantenere uno sguardo vigile sul mondo.