AmbienteEcologia

Libri cartacei ed ebook, quali sono più sostenibili?

In molti si chiedono, tra libri cartacei ed ebook, quali siano i più sostenibili, ecco la soluzione migliore per l’ambiente.

Tra libri cartacei ed ebook, quali sono più sostenibili? Nell’era del digitale, sempre più persone hanno abbandonato i libri «tradizionali» a favore dei libri digitali, da leggere attraverso dispositivi elettronici come tablet ed ebook reader. Ma questa scelta è davvero più ecologica rispetto alla carta? Sono stati molti a porsi questa domanda e, fatte le dovute considerazioni, la risposta non è netta come molti invece si aspettavano.

libri cartacei ebook sostenibili

Qual è il modo più sostenibile di leggere?

A prescindere da quali tra libri cartacei o ebook siano i più sostenibili, è bene specificare che la loro produzione di entrambi ha un certo impatto sull’ambiente. Ma qual è il modo più sostenibile per leggere i libri? Per quelli stampati è richiesta fibra di cellulosa, ottenuta da alberi di acero spesso abbattuti in modo incontrollato. Non è un caso quindi che molta della carta utilizzata dall’editoria sia certificata dal FSC (Forest Steward Council) e che molte case editrici abbiano scelto di utilizzare carta riciclata. I libri con inchiostro elettronico (e-ink) invece, richiedono l’estrazione di minerali come il coltan, altamente inquinante, e lo spreco di oltre 80 litri di acqua.

modo sostenibile leggere

Si è calcolato che la realizzazione di un libro causa l’immissione nell’atmosfera di 27 kg di CO2 e il taglio di 24 alberi, mentre per la produzione di un dispositivo ebook sia necessario per la lettura dei libri digitali, il valore si aggira attorno ai 40 kg. A prima vista potrebbe sembrare una vittoria per il cartaceo però le considerazioni non sono finite per determinare quale sia il modo più sostenibile di leggere i libri. Per chiarire quali tra libri cartacei ed ebook siano i più sostenibili, è necessario chiarire che i secondi possono, tuttavia, contenere potenzialmente infiniti libri, ammortizzando le sue emissioni in un periodo variabile a seconda del numero di libri letti ogni anno. Si è stimato che la lettura di più di 6 libri all’anno è da considerarsi maggiormente sostenibile se avviene in digitale, viceversa, la lettura di 2-3 libri all’anno dovrebbe far ricadere la scelta sulla carta stampata.


Un altro aspetto da tenere in considerazione è lo smaltimento. Un libro cartaceo, una volta letto, può avere una nuova vita se viene donato a una biblioteca, venduto a un mercatino, regalato o prestato a un amico. Il dispositivo elettronico al contrario, una volta che smesso di funzionare, andrà smaltito e le conseguenze ricadranno sull’ambiente.

Interessante, ancor prima di capire quali tra libri cartacei ed ebook sono i più sostenibili, quindi potrebbe essere quello di favorire il riuso e il riciclo, optando per biblioteche e mercatini dell’usato.

blank
Dopo una Laurea in Ingegneria mi sono allontanata dai numeri e avvicinata a nuove forme di espressione, come la fotografia e la scrittura. Il mio blog, Il Cucchiaio Verde, racchiude entrambe le passioni e ha come filo conduttore uno stile di vita vegetariano.