AmbienteEcologia

Le luci di Natale si accendono pedalando: ecco i mercatini sostenibili in Italia

Contro il caro energia in Italia alcuni mercatini si illuminano grazie alle luci che si accendono pedalando e il Natale diventa più sostenibile.

Il Natale si avvicina e, mentre i tanto attesi mercatini aprono i battenti, alcune città si colorano grazie alle luci che si accendono pedalando. Alla scelta di spegnere le luminarie per rispondere al caro energia, alcuni comuni hanno, infatti, deciso di opporre un progetto basato su sostenibilità e partecipazione. Tra questi rientrano Trento, Bormio e Livigno.

Natale luci che si accendono pedalando
Foto: Elina Fairytale @Pexels

I mercatini sostenibili di Trento

I mercatini di Natale di Trento hanno fatto della sostenibilità un punto cardine dell’iniziativa. La grande novità del 2022 è, allora, costituita da due grandi cyclette, collocate in Piazza Duomo, che permettono ai turisti di mettersi in prima linea per illuminare la città. Grazie a un collegamento diretto con un accumulatore, infatti, le due biciclette producono elettricità tramite il movimento dei pedali e ogni minuto di attività si trasforma in energia pulita per le luminarie.

Trento ribadisce la propria vocazione alla sostenibilità anche promuovendo la raccolta differenziata in tutti gli spazi dell’evento e puntando, nei punti ristoro, sull’utilizzo di stoviglie compostabili. Le casette in cui sono collocati gli stand sono, poi, realizzate in legno e i prodotti venduti risultano espressione della volontà di promuovere il chilometro zero.

Luci di Natale che si accendono pedalando a Bormio

A puntare sulle luci che si accendono pedalando è, quest’anno, anche Bormio. L’idea è stata lanciata dall’associazione Oltre la Scuola. Il Comune l’ha poi accolta con entusiasmo. Una volta radunati i materiali necessari, la palla è passata agli studenti dell’istituto professionale Alberti, che hanno provveduto alla realizzazione della cyclette.

Grazie a un meccanismo a dinamo, dunque, ora pedalando è possibile far accendere il grande albero di Natale posizionato in Piazza Ginnasio, accanto alla casa di Santa Klaus, nel cuore dei mercatini. Per ridurre i consumi il comune ha decorato le strade con addobbi riflettenti e ha optato per luminarie a LED con orario di spegnimento fisso impostato alle 23.

Livigno per l’ambiente

L’idea delle luci che si accendono pedalando ha conquistato anche Livigno. Nella nota località sciistica le cyclette con meccanismo a dinamo sono collocate nella Piazza del Comune. Esse permettono di far brillare un gigantesco abete, intorno a cui si sviluppano i tradizionali mercatini. Ai pedali si alterneranno i volontari che hanno già dato la propria disponibilità e i turisti che decideranno di vestire i panni dei ciclisti improvvisati.

La volontà di promuovere la sostenibilità della città risulta, comunque, evidente anche guardando agli addobbi sparsi per le strade. La via dello shopping è, infatti, abbellita con decorazioni realizzate dai bambini della scuola primaria con materiali riciclati. Agli addobbi è, poi, aggiunta una sfera rossa riflettente che sfrutta la luce dei lampioni per rendere la città più colorata. Il sindaco stima che tali accorgimenti porteranno un risparmio di 50.000 €.

Le luci di Natale che si accendono pedalando appaiono una grande risorsa. Remo Galli, sindaco di Livigno, ha spiegato che esse permettono alla città di creare la giusta atmosfera con un impatto minimo. Il sindaco di Bormio, Silvia Cavazzi, ha invece sottolineato che queste ci ricordano che “siamo tutti chiamati a una maggior consapevolezza e responsabilità”.

blank
Laureata in Filosofia, credo fermamente che ogni sfaccettatura del sapere umano meriti di essere inseguita. Amo la lettura, gli animali e la natura e penso che solo continuando a farsi domande sia possibile mantenere uno sguardo vigile sul mondo.