BevandeLifestyle

Latte vegan: le 5 varietà di bevande vegetali da tenere d’occhio

Il latte vegan, ovvero la tipologia di bevande vegetali alternative ai prodotti di allevamento, è disponibile in una sempre più ampia varietà di soluzioni. Cinque sono le deliziose e nutrienti varianti che faranno tendenza nel 2018, adatte a una dieta vegana, e non solo.

Spopola il latte vegan! Da qualche anno a questa parte il termine «latte» non viene più utilizzato solo per definire quello di mucca o comunque di origine animale, ma anche un sempre più ampio assortimento di bibite naturali, a base vegetale non casearia.

Questo mercato è in continua espansione, anche perché sempre più grande è la richiesta da parte di consumatori che seguono una dieta vegana, che sono intolleranti o allergici al lattosio o che semplicemente sono alla ricerca di nuovi alimenti per variare la loro alimentazione. Tante sono le varietà, ognuna con un gusto caratteristico, più o meno dolce, da abbinare di volta in volta a pasti e ricette dolci o salate, così come tante sono le nuove bevande brevettate e messe sul mercato.

Cos’è il latte vegan: caratteristiche e informazioni utili.

Da un punto nutrizionale il latte vaccino è consigliato perché ricco di vitamina D, calcio, fosforo, potassio e proteine. D’altro canto le bevande alternative, a base vegetale, non contengono necessariamente questi nutrienti poiché a variare è l’ingrediente base di volta in volta utilizzato, quali ad esempio semi macinati, noci, cereali, fagioli, piselli o lenticchie, il tutto lavorato con aggiunta di acqua, eventuali aromi, dolcificanti naturali o frutta, addensanti e agenti conservanti e in alcuni casi anche fortificanti quali vitamine e altro. Gli esperti consigliano di assumere prevalentemente tipologie di latte vegan che abbiano il 30 percento del valore giornaliero del calcio e il 25 percento del valore giornaliero della vitamina D.

Alla scoperta delle nuove bevande vegetali del 2018

Tra le bevande vegetali non casearie più famose e diffuse vanno certamente menzionate il latte di soia, di riso, di mandorla e di cocco, ma ogni anno vengono realizzate nuove originali varietà. Ecco quelle attualmente più gettonate, da tenere d’occhio, da assaggiare e da inserire eventualmente nell’alimentazione giornaliera:

1. Latte d’orzo (Barley milk)

Il latte d’orzo, ricco di vitamine e sali minerali, è l’ideale contro il raffreddore ed è un utile alleato per abbassare il livello di colesterolo nel sangue. Già diffuso da tempo, attualmente è anche disponibile anche con cinque sapori, ovvero cacao, chai curcuma, matcha, latte freddo e originale.

2. Latte di lino (Flax Milk)

I semi di lino vantano un alto contenuto di omega-3, sostanza spesso carente nelle diete prive di alimenti di origine animale. Uno dei marchi leader del latte di lino, Good Karma, sostiene che i loro prodotti hanno ben 1200 mg di omega-3 per porzione. Questo drink a base vegetale è privo di tutti i principali allergeni, il che lo rende perfetto per tutte le età e le esigenze dietetiche.

3. Latte di canapa (Hemp milk)

Il latte di canapa è tra i meno noti, seppur interessante da un punto di vista nutritivo. Come la bevanda a base di lino è ricca fonte di acidi grassi omega-3. Ha inoltre proprietà antinfiammatorie e possiede una buona percentuale di proteine e di grassi, ma anche di fibre, ferro e le vitamine A, D e E. Da precisare che la canapa, seppur non legale in ogni paese, non è prodotta dalla marijuana, contrariamente a quanto si potrebbe pensare. Questa bevanda infatti non contiene THC (tetraidrocannabinolo), ovvero il principio attivo della marijuana.

4. Latte di piselli (Pea Milk)

Questo latte vegetale, decisamente meno noto e diffuso rispetto agli altri, viene realizzato con piselli gialli e una percentuale molto bassa di acqua, il che lo rende a basso impatto ambientale. Il latte di piselli, tra cui quello della nota marca americana Ripple, è dolce e cremoso, e rispetto ad altre bevande vegetali è particolarmente ricco di proteine e povero di zuccheri e grassi. Contiene inoltre calcio, ferro e vitamina D.

5. Latte di quinoa (Quinoa milk)

Già diffuso da tempo, di recente è disponibile anche con una delicata e piacevole aggiunta di vaniglia. E’ ricco di proteine, fibre, vitamine e tutti e nove gli amminoacidi essenziali. Contiene inoltre importanti minerali come magnesio, ferro, rame, manganese, zinco e fosforo e ha un basso indice glicemico. Insomma, un vero toccasana per la salute.

Non resta che provarli tutti e attendere le prossime novità in fatto di latte vegan, nutrienti, etici, vegan e gustosi!

TOPIC latteveg
blank
Nomade digitale, docente di social media marketing e scrittrice, appassionata di viaggi, arte, tecnologia e alimentazione vegetariana e vegana. In cucina ama prendere spunto dalle sue passioni, aggiungendo ingredienti naturali e un pizzico di creatività.