FoodPane & Pasta

La ricetta per le friselle di semola integrale con lievito madre

Ricetta friselle di semola integrale con lievito madre

Con la ricetta per le friselle di semola integrale con lievito madre potrete assaporare il gusto dell’estate e della vacanza, in una versione salutare e saporita ancora più gustosa rispetto alle originali. Le friselle fanno parte della tradizione culinaria pugliese, sono una sorta di ciambelle secche nate dallo spirito pratico della gente contadina. Fatte ammorbidire in acqua e condite al momento con pomodori, olio d’oliva e origano erano il pranzo al sacco tipico dei braccianti al lavoro nei campi. Oggi sono diventate il simbolo di questa regione e si possono reperire con facilità in tutto il territorio italiano, anche nella grande distribuzione. Ma per riassaporare tutta la passione che sta dietro questo prodotto, il modo migliore è farsele in casa. Basterà impastare una buona semola di grano duro, un po’ di lievito madre e sprigionerete in casa tutta la magia di un tempo andato.

Preparazione:
25 minuti
Difficoltà:
media
Cottura:
1 ora
Costo:
basso
Preparazione: 25 minuti
Difficoltà: media
Cottura: 1 ora
Costo: basso

Ingredienti per 30 friselle

  • 500 g di semola integrale di grano duro macinata a pietra
  • 350 g di acqua
  • 190 g di lievito madre attivo*
  • 50 g di olio e.v.o.
  • 8 g di sale fino integrale

*Per un risultato perfetto occorrono 5 ore di lievitazione.

Ricetta friselle di semola integrale con lievito madre

Procedimento

Un paio di note prima di cominciare: il peso del lievito madre si riferisce a dopo il rinfresco e il raddoppio. In questo caso ho impiegato una planetaria per l’impasto, ma potrete ottenere lo stesso risultato usando le mani

Nella ciotola della planetaria, versare la farina e l’acqua. Lavorare velocemente con il gancio a foglia fino ad ottenere un composto asciutto. Far riposare per 30 minuti.

Ricetta friselle di semola integrale con lievito madre

Unire il lievito spezzettato e lavorare a bassa velocità con il gancio ad uncino.

Ricetta friselle di semola integrale con lievito madre

Appena il composto risulta incordato, aggiungere il sale e l’olio a filo aumentando gradualmente la velocità. Lavorare a lungo fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo. Togliere dalla macchina, formare una palla e mettere in una ciotola, quindi sigillarla con pellicola trasparente.

Ricetta friselle di semola integrale con lievito madre

Far lievitare per 3 ore in luogo caldo – ad esempio nel forno spento con la luce accesa, circa 27°C.

Ricetta friselle di semola integrale con lievito madre

Rovesciare l’impasto sul piano di lavoro e dividere in pezzature da circa 75 g. Con ogni pezzatura formare dei cordoncini e sigillarne le estremità, così da ottenere una ciambella. Adagiare le ciambelle ottenute su due teglie rivestite di carta da forno, avendo cura di distanziarle.

Ricetta friselle di semola integrale con lievito madre

Coprire con un telo di lino e far lievitare fino al raddoppio in un luogo caldo – nel forno spento con la luce accesa ci vorranno circa 2 ore. Cuocere le teglie in forno preriscaldato a 220°C per 15 minuti, poi portare la temperatura a 180°C e proseguire per altri 30 minuti.

Ricetta friselle di semola integrale con lievito madre

Sfornare e tagliare subito le ciambelle a metà. Riporre sulla teglia con la parte tagliata rivolta verso l’alto.

Ricetta friselle di semola integrale con lievito madre

Cuocere a 150°C per 15 minuti. Spegnere il forno e lasciarle raffreddare al suo interno con lo sportello a spiffero. Lasciare per tutta la notte.

Ricetta friselle di semola integrale con lievito madre

Una volta fredde, si conservano a lungo in una scatola di latta o un barattolo di vetro. Temono l’umidità quindi riporle in un luogo idoneo.

Come da tradizione pugliese, si gustano rinvenute in acqua e aceto per poi essere condite con pomodori, olio e origano. Ma non ponete limiti alla fantasia. Ottime per un pasto take away, per l’ufficio o come spezzafame, deliziose in estate anche come base per ricette fresche e veloci.

blank

Autrice del blog di cucina “I biscotti della zia”. Assaggiatrice del mondo, curiosa e vorace di sapore nuovi. La cucina è stata la mia salvezza ed oggi è diventata la mia vera passione.