CosmesiSalute

La polvere di riso come sostituto naturale della cipria

La polvere di riso è ottenuta con una procedura totalmente naturale, facilmente replicabile anche a casa. Un prodotto, estremamente versatile nel mondo della cosmesi, da riscoprire.

Utilizzata fin dai tempi antichi, la polvere di riso è un prodotto totalmente naturale, che può essere utilizzato in sostituzione della cipria, oppure abbinata ad altri ingredienti per la realizzazione di prodotti più complessi della cosmesi di alta qualità.

polvere di riso

La storia e le proprietà della polvere di riso

In Cina la polvere di riso è utilizzata da tempi antichissimi: era riservata agli attori che la utilizzavano per truccarsi durante le rappresentazioni teatrali. Con il trascorrere del tempo il suo utilizzo si è esteso anche ad altri ambiti, come ad esempio all’interno delle corti orientali. Così nel 1400 i viaggiatori europei la conobbero per prima volta, esportandola nel Vecchio Continente, dove già da tempo veniva utilizzata la cipria per correggere il colore dei capelli e schiarire la pelle del volto.

storia polvere di riso

La polvere di riso ha numerose proprietà: non ostruisce i pori, opacizza la pelle e uniforma l’epidermide, assorbendo l’umidità in eccesso del viso. Inoltre, può essere utilizzata per qualsiasi tipo di pelle: essendo completamente naturale non contiene al suo interno nessuna sostanza che possa danneggiarla o irritarla.

L’utilizzo e la produzione domestica

È, innanzitutto, importante scegliere il prodotto della tonalità giusta in base al proprio incarnato. Per applicarla è possibile utilizzare un pennello a setole morbide e distribuirla uniformemente sul viso; in alternativa, si può utilizzare come una classica cipria, applicandola solo nei punti strategici.

polvere di riso in casa

La polvere di riso può essere facilmente realizzata anche a casa. Si può ricavare direttamente dai chicchi di riso, macinandoli, fino ad ottenere una polvere impalpabile di colore bianco. A questo punto, nel caso in cui si voglia ottenere un colore più scuro, si può procedere con una cottura in pentolino metallico a fiamma molto bassa, mescolando continuamente. Quando si raggiunge la tonalità desiderata, bisogna trasferirla rapidamente in un contenitore freddo, per evitare che il processo non si prolunghi troppo.

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.