AttualitàGastronomiaLocali

La pizzeria Sorbillo bocciata a New York da Eater

La pizzeria Sorbillo è stata bocciata a New York da Eater, un portale online dedicato a ristoranti, guide gastronomiche e news del settore food. Ecco cos’è successo.

La nuova pizzeria Sorbillo, aperta lo scorso novembre a New York, è stata sonoramente bocciata da Eater, un portale specializzato in recensioni e news del settore food. Con una sola stella su quattro il media statunitense ha sottolineato come il fiore all’occhiello dell’ormai internazionale catena non abbia retto il confronto con le aspettative.

La pizzeria Sorbillo bocciata a New York da Eater

Una delle più famose e storiche pizzerie di Napoli potrebbe aver fallito il colpo. Soddisfano le pizze più semplici, come l’Antica margherita – un piatto da 17 dollari – ma sono quelle più raffinate a deludere. Ma soprattutto, sembra sottolineare il critico Robert Sietsema, il locale è più un ristorante che una pizzeria.

Un buco nell’acqua?

C’è da dire che le aspettative erano molto alte: l’arrivo della pizzeria di Gino Sorbillo, uno dei più apprezzati pizzaioli al mondo, era stata salutata con tanto entusiasmo. Aperto a novembre del 2017, il nuovo locale ha accolto subito una schiera di Vip, dal sindaco della città a personaggi di spicco locali e internazionali. Quando però è arrivato il turno di Eater l’entusiasmo si è spento molto velocemente.

La pizzeria Sorbillo bocciata a New York da Eater

Promosse a pieni voti le pizze più classiche, quelle che «eccellono in semplicità», come la Nduja, la preferita in assoluto di Robert Sietsema. Anche il calzone risulta ottimo, con la sua farcitura arricchita di ricotta, peperoni e pepe nero. Alcune delle pizze più costose però sono definite semplicemente «terribili».

La pizzeria Sorbillo bocciata a New York da Eater

A peggiorare ulteriormente la situazione ci ha pensato il menù: il critico ha sottolineato come il nuovo locale firmato Sorbillo non sia solo una pizzeria ma anche, e forse soprattutto, un ristorante. Così la pizza diventa quasi solo un contorno di primi piatti e antipasti senza particolare personalità, come Pasta e piselli o gli Gnocchi alla Sorrentina.

Niente da recriminare invece sulla lista dei vini, ottima e a prezzi assolutamente competitivi, tanto più se combinata alle pizze più semplici. Così la stroncatura chiude con un consiglio: andate da Sorbillo a New York e fate conto di entrare in un wine bar. Un buon calice di rosso, una margherita perfetta da dividere in due e avrete davanti un aperitivo decisamente allettante.

TOPIC pizza
REDAZIONE

Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.