Carne & SalumiFood

La differenza tra cotechino e zampone

C’è una bella differenza tra cotechino e zampone, più nella forma che nella sostanza, in realtà. Vi raccontiamo qual è.

La differenza tra cotechino e zampone a prima vista è evidente. La loro forma, intendere, immediatamente che non si tratti dello stesso alimento e, in alcuni casi, forse nemmeno di cibi imparentati. In realtà non è esattamente così anche se alcune diversità ci sono.


Cotechino

cotechino

Il cotechino nasce come piatto per il recupero di tutte quelle parti del maiale considerate poco pregiate. Il suo nome deriva infatti da cotenna, ossia la pelle del maiale, non esattamente uno dei tagli migliori. La composizione di questo insaccato da pentola infatti comprende: la cotenna, vari tagli di carne poco pregiata macinata e pancetta. Il tutto insaccato nel budello. Il cotechino deve subire una breve stagionatura e si cuoce bollito in pentola, a fuoco lento per diverse ore. In Italia risulta diffuso in Emilia Romagna, con quello di Modena riconosciuto IGP, in Lombardia, Veneto e Friuli Venezia Giulia. Tradizione vuole che si mangi il primo giorno dell’anno, accompagnato dalle immancabili lenticchie.

Zampone

zampone

Il contenuto dello zampone è pressapoco lo stesso, principalmente composto da vari tagli poco pregiati del maiale, ma il contenitore è decisamente diverso. Il ripieno è infatti contenuto in una delle zampe anteriori dell’animale. Questa particolare usanza pare derivi dall’assedio della cittadina di Mirandola da parte di Papa Giulio II. I cittadini decisero di macellare tutti i maiali per non rischiare di lasciarli, eventualmente, nelle mani dei nemici. Per conservare tutta quella carne si misero a insaccarla, sia nel budello come si faceva di consueto, che nelle zampe. Oggi lo zampone è una vera prelibatezza, anche se risulta più calorico del cotechino. Questo a causa dello spessore dello zampone che limita la dispersione dei grassi in cottura, la quale avviene sempre per lunga bollitura.

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.