Dolci & PasticceriaFood

La caramella giapponese che vi porterà sulla luna

La caramella giapponese «Fly Me to the Moon» è un capolavoro di food art: un cuore di gelatina custodisce un paesaggio che cambia a ogni fetta.

La caramella giapponese capace di deliziare gli occhi oltre che il palato. Frutto della filosofia artigianale di Nagatoya, «candy maker» presso l’omonima azienda giapponese produttrice di dolci, che dichiara: «la caramella è una creazione artistica». Ne è la prova la loro serie di caramelle gelatinose chiamate «Fly Me to the Moon», uno dei prodotti più amati e più ricercati, nonché, vero e proprio mini capolavoro di artigianato dolciario.

La caramella giapponese che vi porterà sulla luna scatola

A renderle speciali non solo la qualità degli ingredienti e il packaging accattivante, ma il piccolo capolavoro contenuto al suo interno. Sulla superficie della caramella è infatti rappresentato un incantevole paesaggio che cambia ad ogni fetta, quasi fossero frame di un’animazione.

La sorprendente caramella dai tanti strati di dolcezza e creatività

Frutto di maestria e originalità, le «Fly Me to the Moon» sono pensate per deliziarvi e allo stesso tempo farvi viaggiare con la fantasia. Il disegno riprodotto rappresenta un piccolo uccello blu che vola di notte verso una piccola luna che cambia fase, come fosse un gioiello in miniatura incastonato in una dolce gelatina. Ma veniamo all’altro aspetto interessante, ovvero il gusto. Lo strato superiore e inferiore, quello che incornicia il disegno, è realizzato con una gelatina di fagioli rossi che contiene pezzetti di mirtillo, noce giapponese e uvette, lo sfondo della parte centrale è una gelatina di champagne, mentre l’uccello e la luna sono al gusto di limone.

La caramella giapponese che vi porterà sulla luna fetta

Sul sito web della Nagatoya vengono illustrati perfettamente sia la composizione interna della caramella sia il packaging. La splendida scatola che contiene le «Fly Me to the Moon» è infatti un’altra opera d’arte, con un soggetto che richiama quello delle caramelle con una aggiunta di delicati fiori che sbocciano, opera del pluripremiato artista Reika Masuda. Sfortunatamente è possibile acquistare queste incantevoli gelatine giapponesi solo dal sito di Nagatoya con spedizioni nazionali, al prezzo di 3.500 yen, poco più di $ 32.

La caramella giapponese che vi porterà sulla luna scatola

Che sia l’inizio di una nuova era per i dolci artigianali?

Dopo i dolci geometrici di pasticcieri architetti, le torte dalle glasse a specchio, i capolavori di dolci in miniatura, viene spontaneo chiedersi se «Fly Me to the Moon» stia inaugurando un nuovo universo creativo per i produttori di dolci. Come abbiamo visto, i pezzi di uccello e di luna incastonati sono modellati in modo tale da trasformarsi gradualmente da una forma all’altra in tutta la gelatina, creando così, una volta affettata, un effetto simile a quello del flipbook. Per chi non lo sapesse il flipbook è un libro animato, di solito di piccole dimensioni, con stampate all’interno illustrazioni di ogni genere che, fatte scorrere velocemente, creano un effetto di movimento.

La caramella giapponese che vi porterà sulla luna

Quest’idea, applicata a dolci, torte e caramelle di ogni tipo, apre un nuovo mondo di possibilità, nonché una potenziale collaborazione tra il mondo della ristorazione e quello dei fumetti e delle illustrazioni. Qualcosa di simile è stata realizzata in passato, quali la torta con decorazioni brillanti concentriche che cambia colore in base alla percezione ottica o le animazioni in stop-motion realizzate con le torte, ma quello delle «Fly Me to the Moon» è un percorso ancora inesplorato. Non resta che sognare di poter ammirare un intero fumetto, nascosto in un dolcissimo e golosissimo dessert.

blank
Nomade digitale, docente di social media marketing e scrittrice, appassionata di viaggi, arte, tecnologia e alimentazione vegetariana e vegana. In cucina ama prendere spunto dalle sue passioni, aggiungendo ingredienti naturali e un pizzico di creatività.