FoodSpezie & Aromi

Il profumo di pizza fa venire voglia di frutta

Un'esposizione prolungata al profumo di pizza e altri cibi calorici può farvi venire voglia di frutta. Lo dice una ricerca americana.

Potrebbe venirvi voglia di frutta semplicemente grazie al profumo di pizza; oppure annusando alimenti molto calorici come patatine fritte o biscotti al burro. Il trucco? Insistere col naso senza cedere alla gola. Secondo un recente studio della University of South Florida negli Stati Uniti è possibile «ingannare» il cervello e le sue voglie di abbuffata grazie ai profumi. Impossibile? A quanto pare non è così.

LEGGI ANCHE: I trucchi dei fast food per farti mangiare di più

Voglia di frutta grazie odore di pizza

Voglia di frutta grazie al profumo di pizza

Il segreto consiste nell’ingannare il nostro senso di soddisfazione. Secondo lo studio pubblicato nella rivista Journal of Marketing Research, semplicemente l’odore del cibo può renderci «sazi». Questo perché non sempre il cervello è in grado di distinguere la sorgente sensoriale del piacere. In questo modo sarebbe possibile raggirarlo con un piccolo stratagemma. Secondo i ricercatori l’odore rappresenta uno stimolo inconscio molto forte che può influire direttamente sulle scelte alimentari sia negli adulti che nei bambini.

LEGGI ANCHE: Una fragranza che sa di latte scaduto per combattere lo spreco

Cibi sani questione di odori

A fare la differenza è il tempo. Vale a dire, la durata dell’esposizione all’odore. Per i ricercatori americani ci sarebbe un collegamento diretto tra quanto a lungo si «annusa» un alimento e la volontà o meno di mangiarlo. Per verificare l’ipotesi è stato utilizzato un nebulizzatore nascosto in grado di emanare odore di biscotti e odore di pizza. Alle persone esposte è stato quindi chiesto di scegliere tra diverse opzioni per uno spuntino.

Cibi poco calorici: anche una questione di profumi

Dai dati è emerso come ai partecipanti esposti all’odore di biscotti al burro per meno di 30 secondi venisse veramente voglia di biscotti. Eppure, i partecipanti esposti per più di due minuti, hanno finito per non averne più voglia tanta voglia e hanno invece scelto delle più salutari fragole per il loro spuntino. Gli stessi risultati sono stati ottenuti quando all’odore di biscotti è stato sostituito l’ odore di pizza. Anche in questo caso, coloro che hanno potuto sentire l’odore di pizza per più di due minuti sono finiti per scegliere una mela.

odore di pizza fa venire voglia di frutta

Secondo i ricercatori «Gli odori possono diventare uno strumento potente quando si cerca di resistere alle tentazioni per cibi poco salutari o ricchi di calorie». Parte del segreto risiederebbe nel fatto che i cibi sani come insalata, mele o fragole tendono ad avere odori meno intensi mentre, alimenti come biscotti, pizza o patatine fritte hanno un forte odore chiaramente distinguibile. Una esposizione prolungata sarebbe sufficiente per superare la «voglia» e convincere il cervello di averne avuto abbastanza. La prossima volta che siete incerti se vi convenga mangiare quella pizza per mantenere la linea, provate semplicemente ad annusarla per un po’: potrebbe essere sufficiente a farvi ripiegare su qualcosa di più leggero.

LEGGI ANCHE: La pizza all’ananas di Franco Pepe: Ananascosta

Fonte: University of South Florida

TOPIC fruttapizza
REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.