CulturaDolci & PasticceriaStoria

Il cioccolato è più vecchio di quanto si pensasse

Secondo nuovi studi la data della prima comparsa del’alimento andrebbe anticipata a 5300 anni fa dimostrando che il cioccolato è più vecchio di quanto si fosse creduto fin’ora.

Il cioccolato è più vecchio di quanto fin’ora creduto, molto più vecchio. La scoperta arriva grazie a i resti scoperti da un gruppo di archeologi che anticiperebbe la data dell’ «invenzione» del cioccolato di oltre 1500 anni rispetto a quanto ritenuto fino ad oggi. La scoperta è stata pubblicata in un articolo sulla rivista Nature Ecology and Evolution.

Il cioccolato e piu vecchio del previsto

Il cioccolato è più vecchio del previsto

Il «cibo degli dei» è un alimento antico. La sua nascita risale agli imperi degli Aztechi e dei Maya che per primi iniziarono a coltivare la pianta del cacao nell’America Centrale 3900 anni fa. O meglio, 5400 anni fa. Sì perché secondo gli archeologi la data di prima «scoperta» del cioccolato andrebbe anticipata di ben 1500 anni. A quanto pare, non sarebbe nemmeno un alimento originario dell’America Centrale. Il luogo di origine del cioccolato andrebbe infatti spostato più a sud, negli altipiani dell’Ecuador e dei territori a Nord del Rio delle Amazzoni.

Il cioccolato e piu vecchio di quanto si pensi

La scoperta è arrivata grazie agli studi dei residui organici ritrovati in contenitori di cibo e vasellame nel sito archeologico di Santa Ana La Florida in Ecuador. Una zona occupata originariamente dalla cultura precolombiana Mayo-Chinchipe 5400 anni or sono. Proprio in questi residui organici i ricercatori avrebbero scoperto la prova dei resti di cacao. Grazie a test sulla teobromina, una sostanza che si trova solo nel cacao addomesticato, e all’analisi del DNA, gli archeologi hanno confermato che si tratta proprio di cacao coltivato e non semplicemente raccolto nell’ambiente naturale.

Cioccolato, dal passato una speranza per il futuro

I semi del cacao erano all’epoca probabilmente impiegati per creare una pasta che serviva nella realizzazione di bevande rituali. Il fatto che il cioccolato è più vecchio di quanto fin’ora si pensasse getta luce sulla storia perduta delle culture precolombiane dimostrando come fossero società molto più sofisticare di quanto ritenuto fin’ora. Dobbiamo ringraziare l’ingegno di queste popolazioni se oggi possiamo godere del cioccolato. Eppure il fatto che il cioccolato sia più vecchio di quanto si pensasse non getta luce solo sul nostro passato ma, anche sul nostro futuro.

Cioccolato, dal passato una speranza per il futuro

Il cacao infatti è tra le piante minacciate dal cambiamento climatico e la produzione nei prossimi anni è considerata a rischio. La tendenza a coltivare soltanto alcune varietà con specifiche caratteristiche genetiche non aiuta, anzi, espone le coltivazioni ai rischi del clima, di malattie e di parassiti. Eppure il fatto che il cioccolato sia così antico dimostra la resistenza innata della pianta.

Secondo alcuni studi il cacao sarebbe sulla Terra addirittura da 10 milioni di anni, ben prima che l’Uomo imparasse ad usarne i semi. Questo significa che la pianta del cacao è molto resistente in natura e che potrebbe sopravvivere allo shock dell’innalzamento della temperatura. Proprio grazie a alla varietà e resistenza delle piante di cacao potremmo essere in grado di salvare la produzione di cioccolato in futuro.

REDAZIONE

Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.