AmbienteEcologia

Il Bhutan vuole diventare la prima nazione biologica al 100% entro il 2020

Il Bhutan punta a diventare la prima nazione biologica al 100% entro il 2020. Un piccolo stato con un grande sogno.

Si tratta di un obiettivo ambizioso senza precedenti: il Bhutan vuole diventare la prima nazione biologica al 100% entro il 2020. Una scelta che si impernia sulla filosofia più che sulla pratica, facendo della minuscola nazione un esempio BIO unico nel Mondo.

Bhutan prima nazione biologica

Un futuro nel segno della sostenibilità per il Bhutan

Prima di approfondire le ragioni alla base del progetto del Bhutan di diventare la prima nazione biologica al 100% del Mondo è bene capire di cosa si sta parlando. Il Bhutan, infatti, è un piccolo stato montuoso himalayano confinante a nord con il Tibet e a sud con l’India con una popolazione complessiva di poco più di 750 mila abitanti per una superficie di 45 mila chilometri quadrati. Si trova in una zona in cui la sensibilità nei confronti della tematica ambientale è molto alta, basti pensare alle azioni in tal senso della regione indiana del Sikkim, anch’essa a favore del biologico.

futuro sostenibilità Bhutan

La predisposizione dell’area Himalayana a politiche di tutela e sostenibilità – le stesse che stanno spingendo in Bhutan a diventare la prima nazione biologica al 100% – si legano strettamente alla filosofia e alla spiritualità. Nel caso bhutanese la religione buddista fa da sostrato a un’amministrazione incentrata sulla tutela del territorio e sul perseguimento della felicità della sua popolazione. Una felicità slegata da logiche economiche o da metriche riguardanti il possesso di beni. Quella dell’agricoltura biologica, quindi, è una scelta consapevole, portata avanti con strategia e visione.


Nello specifico il Bhutan per diventare la prima nazione biologica al 100%, oltre alla completa conversione agricola, vieterà la totalità di pesticidi dal mercato. Una svolta paradigmatica che sta costruendo il suo futuro sulla sostenibilità, con politiche a tutto tondo finalizzate alla riduzione dell’impatto ambientale di ogni aspetto della produttività della nazione. Pare proprio il caso di dire che dai più piccoli c’è sempre da imparare.

blank
Chitarrista, motociclista, da sempre appassionato di scienza, tecnica e natura. Sono laureato in Psicologia del Lavoro e della Comunicazione. Curioso per natura amo i viaggi, il buon vino e scoprire cose nuove. Da qualche anno nel settore del marketing digitale e della comunicazione.