AnimaliAnimali selvaticiAttualità

I mammiferi diventano più grandi: l’impatto dell’urbanizzazione

In alcune parti del mondo i mammiferi diventano più grandi e, sebbene ciò confonda le idee a molti, la colpa è di uomo e urbanizzazione.

Un recente studio ha avvertito che in diversi luoghi i mammiferi diventano più grandi. L’innovativo lavoro ha richiesto l’impiego di diverse risorse e si è mostrato particolarmente esaustivo. I risultati sono apparsi in contrasto con quelli di studi precedenti, ma l’introduzione dell’urbanizzazione come variabile chiave ha chiarito la discrepanza. Ora capire come agire è fondamentale.

mammiferi diventano più grandi

Lo studio sui mammiferi:

Secondo uno studio condotto dal Florida Museum of Natural History oggi molti mammiferi diventano più grandi. I ricercatori hanno raccolto 14.500 misurazioni di lunghezza e massa corporea da più di 100 specie di mammiferi nord-americani negli ultimi 80 anni. Il team ha consultato tre diversi databases e ha elaborato uno studio esaustivo grazie alla mole di dati collezionati dagli storici. I risultati hanno mostrato che, nelle diverse specie, gli esemplari cresciuti in zone limitrofe a quelle urbane hanno dimensioni maggiori delle loro controparti rurali. La differenza appare ancora più evidente per quei mammiferi stanziati nei pressi delle città più densamente popolate.

I mammiferi diventano più grandi:

Scoprire che oggi molti mammiferi diventano più grandi ha sorpreso gli scienziati. La regola di Bergmann afferma, infatti, che la massa corporea degli animali è direttamente proporzionale alla latitudine e inversamente proporzionale alla temperatura. Nel contesto del riscaldamento globale vari studi hanno accertato tale tendenza e l’ipotesi era che i mammiferi non facessero eccezione. Ci si attendeva, dunque, un loro rimpiccolimento nelle aree cittadine, a causa dell’effetto da isola di calore urbano, ma è stato riscontrato l’opposto. A rendere ininfluente la temperatura è probabilmente l’abbondante presenza nelle aree densamente popolate di scarti alimentari ipercalorici. Nemmeno i mammiferi soggetti al letargo si sono dimostrati immuni alla tendenza e ciò ha suscitato ulteriore stupore.

Urbanizzazione e mammiferi:

Comprendere perché alcuni mammiferi diventano più grandi è fondamentale. Appare evidente che l’urbanizzazione costituisce un fattore determinante, in grado di competere con il clima. Il rimpicciolimento degli animali dettato dal riscaldamento globale minaccia di alterare l’equilibrio prede-predatori, ma i nuovi sviluppi non sono da meno. Maggie Hantak, autrice principale, ha infatti, spiegato, che, per quanto in genere un aumento di dimensioni sia biologicamente positivo, prevederne le conseguenze è impossibile. Il rischio è che gli animali stanziati in aree urbane ottengano un vantaggio importante e che la fauna si divida tra vincenti e perdenti. Considerare tali fattori nella gestione di terre e biodiversità sarà cruciale, così come ricalibrare i modelli.

Pensare che i mammiferi diventano più grandi potrebbe apparire strano. Viviamo in un mondo dal fragile equilibrio in cui le conseguenze delle nostre azioni risultano a volte imprevedibili anche per gli esperti. Gli scenari da film apocalittici di città distrutte da animali giganti sono ancora lontani. Forse, però, alla luce delle nuove informazioni, lo stesso non si può dire per l’inquietudine che li accompagna.

blank
Laureata in Filosofia, credo fermamente che ogni sfaccettatura del sapere umano meriti di essere inseguita. Amo la lettura, gli animali e la natura e penso che solo continuando a farsi domande sia possibile mantenere uno sguardo vigile sul mondo.