AnimaliAnimali selvatici

Hong Kong è il cuore del traffico di prodotti animali illegali

Hong Kong è il cuore del traffico di prodotti animali illegali, la città autonoma cinese è il punto di convergenza per un’enorme mole di prodotti di contrabbando.

Numerose sono le specie divenute negli ultimi anni a rischio di estinzione e molte hanno una cosa in comune: Hong Kong, il cuore del traffico di prodotti animali illegali. Milioni gli esemplari vivi, i derivati e le specie vegetali commercializzati nella città al di fuori dall’occhio della legge.

hong Kong prodotti animali illegali

Hong Kong e il contrabbando di prodotti animali

Oltre alla quantità della merce ad essere preoccupante è anche l’incremento del 57% della diversità del contrabbando. Nel cuore di Hong Kong il traffico di prodotti animali illegali sta mettendo a rischio diverse specie, a causa della compravendita di animali vivi o derivati come l’avorio, le scaglie di pangolino e le corna di rinoceronte. L’equivalente di 3.000 elefanti, 96.000 pangolini e 51 rinoceronti morti.

hong kong contrabbando

Il fatto che il traffico sia concentrato ad Hong Kong non è certo un caso, basti considerare in primo luogo la posizione strategica dal punto di vista commerciale della città, posizionata sulla costa sudorientale della Cina. Infatti i prodotti animali illegali vengono principalmente importanti dall’Africa, arrivando nella città passando dal Sud Est Asiatico. Un altro aspetto centrale è la sua vicinanza alla provincia di Guangdong, centro nevralgico della medicina tradizionale cinese e dell’intaglio dell’avorio, grande consumatrice di prodotti animali illegali.

contrabbando prodotti animali illegali

I crimini riguardanti i traffici di animali e derivati risultano spesso incentivati da un regolamentazione piuttosto blanda sull’argomento, che concorre con un certa mancanza di approfondimento da parte delle indagini delle autorità. Hong Kong è il cuore del traffico di prodotti animali illegali in quanto il mercato risponde ad una domanda nazionale (cinese) e globale che non conosce crisi con un giro d’affari in costante crescita, che dal 2013 registra un incremento nell’ordine del 1600%. Una vera emergenza che ancora non vede la luce di una soluzione efficace e concreta.

blank
Chitarrista, motociclista, da sempre appassionato di scienza, tecnica e natura. Sono laureato in Psicologia del Lavoro e della Comunicazione. Curioso per natura amo i viaggi, il buon vino e scoprire cose nuove. Da qualche anno nel settore del marketing digitale e della comunicazione.