Aperitivi & LiquoriBevande

Guappa, il liquore di latte di bufala

Il Guappa è un liquore di latte di bufala prodotto in Campania, un prodotto particolare che ha origine nella tradizione pastorale.

Il Guappa è un particolare e cremoso liquore di bufala originario della Campania con una storia alle spalle che si confonde con la leggenda. L’idea di questo particolare prodotto è stata dell’Antica Distilleria Petrone, vicino a Caserta, che ha riscoperto un’antica usanza della propria terra. Così è stato messo a punto questo liquore, con un particolare mix di ingredienti e una scelta per il nome che si ispira, letteralmente, a una bufala.

LEGGI ANCHE: Araga, il liquore di latte siberiano

guappa liquore bufala
Foto di Antonio Rota

Com’è fatto il Guappa

L’origine del liquore di latte di bufala ha molti anni alle spalle. Si dice che i pastori della zona fossero soliti, nelle mattinate più fredde, scaldarsi con una miscela di latte e acquavite, un’abitudine che i distillatori ricordano ancora oggi. Nella versione moderna però si è deciso di sperimentare con più ingredienti, in modo da trovare l’equilibrio giusto di sapore.

Da qui la scelta di utilizzare un brandy invecchiato tre anni e del caramello, assieme ad un mix di distillati, il cui segreto è custodito gelosamente, che regalano un aroma unico al liquore. Grazie alla materia prima e alla particolare combinazione di ingredienti il Guappa ha un gusto netto e intenso, con una consistenza piacevolmente cremosa e un caratteristico color nocciola.

com e fatto guappa

I suoi creatori l’hanno pensato per essere consumato alla fine di un pasto, momento in cui il sapore del latte di bufala, lo stesso raccolto nelle zone della mozzarella di bufala campana Dop, si sposa al meglio con le note decise della frazione alcolica. Non ha una gradazione alcolica particolarmente intensa, fermandosi a 17% gradi e dovrebbe essere servito freddo, anche con un cubetto di ghiaccio.

L’ultima cosa interessante da sapere su questo liquore di latte di bufala è l’origine del nome: sembrerebbe che uno dei distillatori coinvolti nella creazione del liquore avesse una bufala di nome Guappa. Questo animale era particolarmente apprezzato per la grande quantità di ottimo latte che riusciva a produrre. Da qui l’idea di dedicarle l’originale liquore, che, secondo i suoi creatori, può essere utilizzato anche per originali cocktail, magari con una spolverata di cacao.

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.