CulturaHot TopicScienza

Golden rice: cos’è il riso dorato OGM che fa discutere

Il golden rice, conosciuto come riso dorato in Italia, è un riso OGM studiato per risolvere il deficit di vitamina A, una piaga che colpisce milioni di persone in alcune zone dell’Asia.

Da anni si parla del golden rice, riso dorato in italiano, un particolare tipo di riso OGM progettato per contenere un’elevata quantità di beta-carotene, una provitamina A. Questa varietà è stata studiata per risolvere un problema preciso: nei paesi in via di sviluppo come il Bangladesh o l’India, l’OMS stima che oltre 100 milioni di bambini soffrano di carenze di questa vitamina. Recentemente è stata autorizzata la coltivazione del golden rice proprio in Bangladesh, ma sono in molti a non vedere di buon occhio questo progetto.

golden rice riso dorato

Cos’è il golden rice

L’idea dietro il golden rice è relativamente semplice: inserire dei geni che codifichino la produzione della provitamina A nel riso. Oltre a questa provitamina, gli scienziati sono stati in grado di aumentare la concentrazione di vitamina E e aggiungere minerali come il ferro e lo zinco. Il riso dorato rappresenta la fonte primaria di carboidrati per quasi il 50% della popolazione mondiale, ma le sue varietà tradizionali non contengono una quantità particolarmente elevata di vitamine e proteine.

cos e Golden Rice
Foto di Medium

La società Syngenta, dopo essere riuscita ad inserire i geni nel riso, aveva ceduto i diritti ad associazioni no profit, e questo è forse l’aspetto più interessante: il riso dorato viene distribuito gratuitamente ai contadini dei paesi in via di sviluppo. Negli anni è stato aggiornato ad una versione soprannominata 2.0, in cui gli scienziati sono riusciti ad aumentare la biodisponibilità della provitamina A. Due economisti tedeschi hanno stimato che, a partire dal 2002, la mancanza dell’utilizzo del golden rice sia costata 1.424.000 anni di vita – il dato viene espresso in anni perché comprende decessi ma anche malattie debilitanti come la cecità.

Perché si discute sul riso dorato

Sono in molti ad esprimersi in maniera critica sul golden rice: la critica più recente, mossa in relazione al suo effettivo lancio in Bangladesh, è che questa varietà sia un gigantesco spot a favore della diffusione di OGM nel mondo. Una sorta di esperimento su piccola scala per convincere l’opinione pubblica che gli organismi geneticamente modificati non sono il male. Eppure esistono già numerosi studi condotti sugli effetti dell’impiego di varienti OGM del cotone, per esempio, che attestano risultati molto positivi sia nella riduzione dell’uso di pesticidi sia nell’aumento di introiti per i contadini.

discute riso dorato

Un altro punto di contestazione per gli scettici del riso dorato è che effettivamente la provitamina A in esso contenuta non sia sufficientemente biodisponibile per fare la differenza. Questa considerazione però viene fatta solitamente prendendo le dosi di riso mediamente consumate negli Stati Uniti o in Europa, quando in realtà in Asia il consumo di questo cereale è circa 25 volte più elevato, in media, rispetto all’occidente. A queste due critiche si aggiunge il dubbio sempre presente sulla minaccia degli OGM alla biodiversità, su cui gli esperti sono divisi. Le critiche sono state così forti che fino a quest’anno non si era riusciti a piantarlo in nessuna nazione, ma ora il Bangladesh è pronto per affrontare questa nuova sfida.

REDAZIONE

Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.