NutrizioneSalute

Gli avocado possono aiutare a prevenire il diabete?

Secondo una nuova ricerca canadese gli avocado potrebbero aiutare contro il diabete grazie ad una una sostanza unica presente nella polpa.

Gli avocado contro il diabete? Una insospettabile arma potrebbe arrivare proprio dal frutto preferito dai Millennials. Secondo una recente ricerca dell’Università di Guelph in Ontario, Canada, il frutto tropicale conterrebbe una sostanza unica in grado di aiutare l’organismo a prevenire alcuni processi cellualri che normalmente portano al diabete. Lo studio, intitolato Avocatin B Protects Against Lipotoxicity and Improves Insulin Sensitivity in Diet‐Induced Obesity, è stato pubblicato sulla rivista Molecular Nutrition and Food Research.

avocado diabete

AvoB, il segreto degli avocado contro il diabete

Il merito sarebbe dell’Avocatina B (o AvoB), una molecola di grassi presente solo negli avocado. La molecola sarebbe in grado inibire alcuni processi cellulari che possono portare al diabete di tipo 2 e favorire l’obesità. Nei loro test in laboratorio, gli animali trattati con AvoB durante una dieta ricca di grassi, hanno registrato un aumento di peso inferiore. Secondo i ricercatori indicherebbe come la molecola presente negli avocado abbia permesso di assorbire e bruciare meglio il glucosio nel sangue, migliorando la risposta degli animali all’insulina.

Per testare la sicurezza dell’avocado nel contrastare il diabete i ricercatori hanno condotto esami anche su esseri umani. Nei loro studi clinici i ricercatori hanno fornito AvoB come supplemento ad una dieta tipicamente occidentale, ricca di grassi e carne. L’AvoB sarebbe stato assorbito dal sangue senza alcun apparente effetto collaterale e i ricercatori hanno registrato una perdita di peso anche nei soggetti umani.

avocado diabete avocatina

In futuro migliori studi sull’efficacia dell’Avocatina B

Secondo il professor Paul Spagnuolo che ha condotto la ricerca, il semplice mangiare avocado potrebbe non essere sufficiente a nell’aiutare a prevenire obesità e diabete visto che la quantità naturale di Avocatina B cambia radicalmente da frutto a frutto. I ricercatori ancora non conoscono ancora esattamente come la molecola sia digerita e assorbita dal corpo umano quando assunta attraverso l’intero frutto dell’avocado.

Si tratterebbe quindi soltanto di un primo indizio riguardo l’azione dell’Avocatina B. I ricercatori ora puntano a dimostrare con dati più precisi l’efficacia reale dell’AvoB presente negli avocado nella lotta a obesità e diabete: in particolare quando assunta come supplemento ad una dieta sana.

Fonte: University of Guelph

Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazioni indesiderate.

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.