AmbienteEcologia

Gita di Ferragosto: ecco come renderla ecofriendly

Per molti festeggiare Ferragosto con una gita fuori porta è una consuetudine e con alcuni accorgimenti rendere il divertimento ecofriendly è semplice.

Ferragosto è alle porte e molti si preparano a festeggiare all’aperto, fortunatamente con un occhio di riguardo verso l’ecofriendly. Le strategie per rendere gite e picnic green non mancano e, spesso, buona volontà e consapevolezza sono gli unici prerequisiti richiesti. Il segreto rimane non trascurare nessun aspetto della giornata.

ferragosto ecofriendly
Foto: Matheus Bertelli @Pexels

1 Dove andare?

Perché il nostro Ferragosto sia ecofriendly scegliere una meta adeguata appare una priorità. Che la nostra preferenza sia per il mare o per la montagna informarsi su come le varie strutture si approccino alla questione ambientale è semplice. Per gli amanti dello sport puntare sulla bici può aiutare a unire l’utile al dilettevole, mentre in caso di destinazioni lontane orientarsi verso mezzi pubblici o impegnarsi a condividere l’auto con gli amici sono valide alternative.

2 Picnic di Ferragosto ecofriendly e plastic free

Per fare in modo che la nostra gita di Ferragosto sia a impatto zero eliminare la plastica è fondamentale. Sarà, allora, necessario scegliere borracce riutilizzabili, magari in alluminio, ottime per garantire la freschezza. Utilizzare stoviglie vere rimane la migliore soluzione, ma, per il monouso, compostabile e biodegradabile devono restare le parole d’ordine. Per trasportare il cibo contenitori ermetici e borse di stoffa sono l’ideale. È infine consigliabile non acquistare tovaglie usa e getta.

3 Il cibo

Il cibo è tra i protagonisti della gita di Ferragosto. Se si decide per la classica grigliata di carne scegliere prodotti a km 0 alleggerirà un po’ il portafoglio ma porterà guadagni a qualità e ambiente. Per il pesce è, invece, importante informarsi sui metodi di pesca sostenibile.  Frutta e verdura rimangono le alternative più ecologiche. Non preparare porzioni troppo abbondanti e attrezzarsi per ridistribuire gli avanzi aiuta, infine, a contenere gli sprechi.

4 Ferragosto ecofriendly e grigliata

Anche se siamo determinati a rendere il nostro Ferragosto ecofriendly grigliare è possibile. L’utilizzo di carbonella è però da escludere, a causa delle emissioni connesse. La soluzione più green è rappresentata dai barbecue a pannelli solari. Le alternative elettriche e a gas restano, però considerabili. Per i fuochisti fare attenzione al pericolo incendi e impegnarsi a rimanere nelle aree adibite è doveroso.

5 Rifiuti

Non esiste festa senza rifiuti e Ferragosto non fa eccezione. La raccolta differenziata è una responsabilità che non va in vacanza. Molte aree verdi sono ormai attrezzate con gli appositi contenitori, ma, qualora questi mancassero, provvedere allo smistamento per poi smaltire la spazzatura a casa è un dovere di ciascun turista.

6 Gli animali

Trascorrere il Ferragosto con i propri animali domestici è un piacere, ma l’attenzione all’ecofriendly richiede la sua parte. Essere sempre armati di sacchetti per evitare di lasciare i bisogni dei nostri amici a quattro zampe nella natura è il primo must. Impedire a Fido di infastidire la fauna locale è altrettanto importante, come ricordare che il guinzaglio è un accessorio non opzionale.

Trascorrere un Ferragosto ecofriendly è più che possibile anche senza rinunciare alla tipica gita con amici o famiglia. A volte ricordarsi dei propri doveri verso dell’ambiente nei giorni di festa è complicato. Perché il termine scampagnata continui ad avere un significato, però, non dimenticarsi di rispettare la natura appare quantomeno sensato.

blank
Laureata in Filosofia, credo fermamente che ogni sfaccettatura del sapere umano meriti di essere inseguita. Amo la lettura, gli animali e la natura e penso che solo continuando a farsi domande sia possibile mantenere uno sguardo vigile sul mondo.