AmbienteAttualitàFood

Frigorifero a energia solare: un grande aiuto per l’Africa

Il nuovo frigorifero a energia solare dà grandi speranze. Potrebbe cambiare la vita di molte famiglie africane in modo accessibile ed ecologico.

Dal Brasile arriva un’idea che potrebbe rappresentare un importante cambiamento per molti paesi poveri dell’Africa. Si tratta di un frigorifero a energia solare, prepagato. Offre la possibilità di conservare i prodotti più a lungo in un clima torrido, dove 600 milioni di persone vivono senza elettricità. I vantaggi concreti per persone e ambiente sono molti. L’obiettivo è quello di favorire anche miglioramenti a lungo termine.

Frigorifero energia solare

LEGGI ANCHE: L’energia solare fa piovere nel Sahara

Come funziona il frigorifero a energia solare prepagato?

Youmma ha sviluppato un sistema basato sul “pay as you go”. I clienti che vogliono il frigorifero a energia solare pagano rate giornaliere attraverso il cellulare alla M-Kopa, una compagnia keniota di energia solare. Il deposito iniziale è di 100 $ e le rate giornaliere vanno da 1 $ a 1,50 $. Il pacchetto include il frigorifero, l’installazione di un pannello solare e l’elettricità. Il frigorifero a energia solare viene ripagato in circa due anni. A quel punto, il cliente ne diventa il proprietario. Se viene omesso il pagamento di una rata il frigorifero smette di funzionare. Il frigorifero è dotato di una piccola batteria che gli permette di funzionare per un giorno e mezzo senza la luce del sole. La capienza è di 100 litri.


Vantaggi concreti:

Il frigorifero a energia solare offre vantaggi in diversi ambiti. In primo luogo consente di conservare il cibo più a lungo e di ridurre quindi, di molto, gli sprechi prima inevitabili. Permette poi di mantenere i medicinali intatti. Le rate giornaliere, poi, sono un vantaggio per chi possiede un’attività che non garantisce un introito fisso, come quelle basate sui raccolti stagionali. Youmma ha concepito il frigorifero a energia solare per i piccoli imprenditori africani e, infatti, dei 2000 venduti dal 2019 l’80% è andato a loro. La M-Kopa ha affermato che si tratta di un frigorifero più costoso degli altri, ma offre l’accesso a una fonte di energia pulita permanente.

Un cambio di stile di vita:

Oltre a fornire vantaggi immediati il frigorifero a energia solare apre anche a interessanti cambiamenti antropologici. Molti commercianti hanno la possibilità garantire la qualità dei prodotti più a lungo e questo influisce positivamente sui loro affari. André Morriesen¸ direttore di ricerca e sviluppo presso Nidec Global Appliance, che possiede Youmma, afferma poi che ridarà libertà alle donne. Queste potranno comprare nei lontani mercati più prodotti alla volta. Ciò permetterebbe di risparmiare la fatica e il denaro necessari per i lunghi viaggi e lascerebbe più tempo libero alle donne.

Teresa Le, specialista in cambiamenti climatici ed energia per il programma dell’ONU, ha affermato che il frigorifero a energia solare è ancora proibitivo per i più poveri. La speranza è che con il tempo la situazione possa cambiare. Il prodotto viene venduto in Kenya e Uganda ma la Youmma sta concretamente cercando di espandere il mercato anche ad altri paesi africani. Questo lascia ben sperare per il futuro.

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.