CulturaFoodFrutta & Verdura

Fragole Candonga: quali sono e da dove provengono

Le fragole Candonga sono un’eccellenza del nostro Paese, popolare in tutto il mondo, ma quali particolarità rendono questi frutti così unici e ricercati?

Le fragole sono il frutto che tendiamo ad associare all’arrivo della primavera e la varietà Candonga anche quest’anno sembra pronta a dominare i mercati. Questo prodotto straordinario, con la sua certificazione IGP, è associabile a uno specifico territorio e presenta caratteristiche uniche. Attenzione all’ambiente e alla qualità non fanno altro che completare il quadro.

fragole candonga

Da dove vengono le fragole Candonga?

Le fragole Candonga sono un prodotto d’eccellenza. Le loro origini sono riconducibili alla Spagna. Lì sette anni di incroci naturali tra differenti varietà hanno portato l’azienda Planasa al brevetto della coltura. Oggi nel nostro paese questo tipo di fragola, commercializzato a marchio Candonga Fragola Top Quality, viene coltivata esclusivamente in Basilicata, nella piana di Metaponto. Qui i frutti trovano condizioni favorevoli alla propria crescita, con temperature miti e suolo fertile. Le aziende che le producono vantano importanti certificazioni in grado di garantire al consumatore la massima qualità. I coltivatori che le raccolgono sono, poi, iscritti al Club Ufficiale Candonga.

Caratteristiche delle fragole Candonga

Le fragole Candonga hanno conquistato il mercato grazie alle loro caratteristiche, facilmente riconoscibili. L’aspetto rappresenta la prima attrattiva. Di forma perfettamente conica, sono, infatti, di colore rosso intenso, con i piccoli acheni visibili in superficie. A rendere il frutto ancora più appetibile ci pensano, infine, la polpa carnosa, il profumo avvolgente e il sapore perfettamente equilibrato. Le fragole Candonga sono, poi, estremamente ricche anche dal punto di vista nutrizionale. L’alto contenuto di vitamina C le rende alleate del sistema immunitario, mentre gli antiossidanti ne fanno un toccasana. Il valore energetico di sole 27 kcal/100 g, inferiore a quello di altre varietà di fragole, le trasformano, infine, in ottime alleate nelle diete ipocaloriche.

Un frutto straordinario

Le fragole Candonga hanno rivoluzionato il settore della fragolicoltura nel nostro Paese. Oggi tale prodotto è fortemente associato all’identità del territorio lucano e ha fornito ai coltivatori locali un ulteriore spunto per distinguersi in Italia e all’estero. Le piante vengono messe a dimora a ottobre e i frutti sono disponibili da gennaio a giugno. La raccolta avviene esclusivamente a mano e, lungo tutta la filiera, sono garantite sostenibilità e trasparenza. L’elevata capacità di resistenza ai parassiti della pianta permette, per altro, di limitare la quantità di pesticidi utilizzati. Le fragole Candonga, poi, possono conservarsi fino a 7 giorni e una shelf-life così estesa non può che essere considerata un pregio.

Mentre i banconi dei supermercati tornano a colorarsi di rosso, finire attratti dalle fragole Candonga è quasi inevitabile. Il prezzo di questa varietà è, ovviamente, superiore rispetto a quello di altre tipologie di frutto più “classiche”, ma la differenza appare coerente. Non ci resta che preparare olfatto e papille gustative a un’altra primavera in cui mangiare sano può diventare anche un piacere.

blank
Laureata in Filosofia, credo fermamente che ogni sfaccettatura del sapere umano meriti di essere inseguita. Amo la lettura, gli animali e la natura e penso che solo continuando a farsi domande sia possibile mantenere uno sguardo vigile sul mondo.