Frutta & VerduraSalute

Forme, colori e proprietà della melanzana

Ne esistono di molteplici forme e dimensioni, anche molto simili ad altri ortaggi, ognuna adatta a qualche preparazione particolare ma tutte con ottime proprietà.


Il mese di giugno è quello perfetto per la maturazione delle prime solanacea dell’orto, stiamo parlando di pomodoro e melanzana principalmente, ortaggi che sono sinonimo stesso di estate e mangiate all’aperto, e proprio queste ultime, dalla buccia scura e la polpa pallida, offrono parecchi spunti interessanti in cucina, che sia per le diversissime tipologie o per le molte proprietà.

Tipologie e proprietà della melanzana

Mille e una varietà di melanzana

Da quando si iniziò a coltivarla in India questa pianta si è diversificata in diverse varietà, ognuna con alcune caratteristiche precise nell’aspetto e di conseguenza un ruolo specifico in alcune ricette. Prendiamo ad esempio la Palermitana, detta anche tunusina: questa varietà tondeggiante e dal particolare viola intenso ha una polpa tenera e si presta ad ogni tipo di cottura, che sia fritta, arrosto o al forno.

Mille e una varietà di melanzane

La Violetta di Napoli poi ha una forma allungata e snella, con una polpa dal sapore forte e assieme piccante. Per queste sue caratteristiche si presta particolarmente alle preparazioni fritte che non riescono a coprirne il sapore, anche se è la ricetta della tradizione a fare da padrona, sintesi che raggiunge la perfezione nelle melanzane a funghetto.

Un’altra ancora particolarmente degna di nota è la melanzana rossa DOP di Rotonda, con una forma simile a quella del pomodoro e un colore altrettanto vermiglio, risulta completamente diversa dalle sue parenti. Oltre all’aspetto anche il profumo colpisce molto, visto che ricorda il fico d’India, mentre in bocca risulta piccante seppur con un retrogusto amarognolo.

melanzana rossa DOP di Rotonda

Dal cuore al sistema nervoso, un vero toccasana

Oltre che per le numerose varietà la melanzana stupisce per le sue diverse proprietà, dovute ai suoi ottimi valori nutrizionali. Innanzitutto ha un ottima attività antiossidante grazie a composti come l’acido caffeico e l’acido clorogenico, assieme a diversi flavonoidi. Aiuta il cuore, come dimostrano numerosi studi, visto che può diminuire il colesterolo totale nel corpo e contribuire a migliorare il flusso sanguigno, senza contare che gli antiossidanti già citati sono un tocca sana per l’apparato cardiovascolare.

Molto importante la presenza di vitamine del gruppo B, come la B1, B3 e B6, tutte coinvolte nel funzionamento del sistema nervoso centrale come anche nella protezione del fegato e produzione di energia. Non va dimenticata nemmeno la salute delle ossa, visto che nella melanzana sono contenuti molti dei minerali che le costituiscono.

Fonti: lacucinaitaliana.it – vitamineproteine.com – qualigeo.eu

Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazioni indesiderate.

TOPIC melanzane
REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.