AttualitàLifestyle

Endorfina: come stimolare naturalmente l’ormone della felicità

Anche chiamato ormone della felicità l'endorfina è responsabile di molte funzioni dell'organismo, non necessariamente collegate all'umore. Ecco come stimolarne la produzione in modo naturale.

L’endorfina, o morfina endogena, è un ormone rilasciato in modo del tutto naturale dal nostro organismo. Anche chiamato ormone della felicità, è un neurotrasmettitore con proprietà analgesiche addirittura superiori a quelle della morfina. Oltre a controllare il piacere e il dolore, contribuisce a regolare il ciclo mestruale, la temperatura corporea e il sonno, ma anche l’appetito, l’attività gastrointestinale e la secrezione di altri ormoni come la prolattina, il cortisolo e la catecolamina.

endorfina stimolare ormone felicità

LEGGI ANCHE: Cos’è l’aromaterapia e come funziona?

Le endorfine appartengono alla categoria degli ormoni proteici e vengono prodotte non solo dall’ipofisi ma anche dall’intestino (non a caso chiamato «secondo cervello»), dalle ghiandole salivari e da quelle surrenali. Fanno parte di un antico meccanismo di sopravvivenza che permette di alleviare il dolore anche in situazioni di forte stress.

stimolare naturalmente endorfina

Come stimolare il rilascio dell’ormone della felicità

Una volta comprese le potenzialità di questo ormone, viene naturale chiedersi come stimolarne il rilascio. Oltre all’agopuntura e alle tecniche di rilassamento, esiste tutta una serie di piccole azioni, attuabili anche nel quotidiano, che permettono di stimolare le ghiandole e spingerle alla produzione di endorfina. Il risultato? Una sensazione di benessere e appagamento totale.

  1. Attività sportiva. Inizialmente la felicità e il benessere provato dagli atleti al termine dell’allenamento veniva imputato a motivazioni psicologiche. Solo in tempi recenti si è scoperto che l’attività fisica stimola il rilascio di endorfine se eseguita per almeno 30 minuti consecutivi. Ecco quindi spiegato il runner’s high, ossia l’euforia da sport.
  2. Alimentazione. Sappiamo ormai che un’alimentazione sana è fondamentale per il benessere psicofisico, ma questa volta il consiglio è ben diverso: mangiate il vostro cibo preferito. L’esempio più classico è il cioccolato, ma recenti studi hanno dimostrato che la sensazione di felicità e appagamento arriva anche con altri cibi che amiamo particolarmente.
  3. Musica. Ascoltare la musica, soprattutto quando si è tristi, stimola il rilascio di endorfine e aiuta a calmare la mente. Non a caso viene utilizzata anche per terapie specifiche, come la musicoterapia, per innalzare la soglia del dolore.
  4. Affetto. Scambiare gesti di affetto come baci, abbracci e carezze, stimola il rilascio di endorfine. Ecco quindi che un semplice contatto fisico con le persone a cui vogliamo bene aiuta a conquistare un po’ di serenità.
  5. Animali domestici. Abbiamo già parlato in modo piuttosto diffuso di tutti i benefici che derivano dall’avere un animale domestico e di come, anche solo accarezzandolo o guardando una sua foto sia possibile stimolare il rilascio dell’ormone della felicità. Non è un caso quindi se si fa sempre più ricorso alla pet terapy, anche negli ospedali.
  6. Sorridere. Un gesto semplice, che non costa nulla ma è un vero e proprio toccasana per la salute e l’umore. Un sorriso, una risata permettono di aumentare la fiducia in sé stessi e ripartire nelle attività quotidiane con più concentrazione.
  7. Odori. L’aromaterapia appartiene alla branca delle medicine alternative e sfrutta il potere degli odori per regolarizzare le funzioni vitali. In particolare, per stimolare il rilascio dell’ormone della felicità, si consiglia di odorare la vaniglia, che riduce l’ansia, e la lavanda che rilassa e favorisce il sonno.
  8. Peperoncino. I cibi piccanti, dopo un primo iniziale fastidio, donano una sensazione di benessere che si verifica come risposta al pizzicore e al bruciore percepito su lingua e palato.
  9. Ballo. Il ballo unisce i benefici del movimento con quelli dell’ascolto della musica e permette di ottenere in modo rapido il rilascio di endorfine. Secondo alcuni studi, da un punto di vista umorale, si avrebbero migliori benefici dal ballo piuttosto che dall’attività fisica.
  10. Meditazione. Attraverso la meditazione è possibile raggiungere il proprio io più profondo dove ha sede la felicità e così andare a stimolare la produzione delle endorfine. Lo stesso effetto è sortito da discipline come lo yoga e le arti marziali che favoriscono il contatto tra mente e corpo.

Ora che sapete come stimolare in modo naturale il rilascio delle endorfine non vi resta che metterle in atto, giorno dopo giorno, per allenarvi a essere felici.

blank
Dopo una Laurea in Ingegneria mi sono allontanata dai numeri e avvicinata a nuove forme di espressione, come la fotografia e la scrittura. Il mio blog, Il Cucchiaio Verde, racchiude entrambe le passioni e ha come filo conduttore uno stile di vita vegetariano.