FoodFrutta & Verdura

Differenza tra ciliegie e duroni

La differenza tra ciliegie e duroni sta tutta nella forma e, ad essere precisi, anche dalla varietà di albero da cui si raccoglie il frutto.

Riconoscere la differenza tra ciliegie e duroni non è sempre scontato, ma con un po’ di occhio, se si sa cosa guardare, si possono trovare diverse caratteristiche da notare. Dimensioni, colore, ma anche specie vegetale da cui si raccolgono i frutti e zone in cui questi vengono cresciuti e raccolti. Ecco cosa dovete sapere per tenere a mente la differenza tra ciliegie e duroni.

Differenza tra ciliegie e duroni

Ciliegie

Prima di parlare della differenza tra ciliegie e duroni è utile capire un po’ di più del complicato mondo botanico dietro a questi frutti. Il frutto che noi chiamiamo comunemente ciliegia viene da una varietà di alberi conosciuti come Prunus avium, ma esiste anche un altro sottogenere, il Prunus cerasus, che da frutti più amari, a cui appartengono varietà come:


  • Amareno: Prunus cerasus var. amarena
  • Visciolo: Prunus cerasus var. austera
  • Marasco: Prunus cerasus var. marasca
  • Ciliegio di Montmorency

Tornando alla differenza tra ciliegie e duroni, alla famiglia del Prunus avium appartengono centinaia di varietà, ma normalmente si distinguono in due principali categorie: tenerine e duracine. Le prime tendono ad avere una polpa più tenere e un colore rosso scuro, ma si possono trovare anche incolori e con un succo quasi limpido.

Duroni

Proseguendo sulla questione della differenza tra ciliegie e duroni, parliamo un attimo di quest’ultimi. Trovare una definizione precisa non è semplice, ma normalmente questi frutti sono di dimensioni più grandi e una polpa più soda, ma anche nel colore possono variare da un colore molto scuro ad uno più chiaro, quasi giallastro. Alcuni esempi di questa varietà sono:

  • Graffione di Pecetto
  • Durone nero di Vignola
  • Durone nero dell’Anella
  • Durone della Marca

Per concludere, la differenza tra ciliegie e duroni si riduce quasi completamente alla dimensione del frutto e all’appartenenza ad una delle due varietà: tenerine e duracine. Il modo migliore per approfondire l’argomento, però, rimane chiedere a chi lavora direttamente a contatto con questi frutti, per farvi raccontare ogni loro peculiarità.

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.