FoodFrutta & Verdura

Differenza tra broccolo e cavolfiore

Per qualcuno la differenza tra broccolo e cavolfiore potrà sembrare scontata, ma le diverse interpretazioni regionali e, ancora di più la botanica, possono creare parecchia confusione.

La differenza tra broccolo e cavolfiore per alcuni potrà sembrare una questione scontata, ma in diverse regioni d’Italia si usano termini diversi per indicare questi ortaggi, che per altro dal punto di vista botanico sono parenti stretti. Si tratta infatti di due varietà di cavolo, una «famiglia» estremamente ampia che raccoglie anche il cavolo nero toscano e i cavoletti di bruxelles.

differenza broccolo cavolfiore

Il broccolo

In alcune regioni d’Italia viene semplicemente chiamato cavolo, il broccolo si distingue per l’architettura particolare delle sue infiorescenze, piccoli agglomerati di un verde acceso. Il broccolo romanesco, dal punto di vista estetico, è ancora più unico, con una disposizione geometrica di simil fiori. Come abbiamo anticipato, dal punto di vista botanico il broccolo appartiene a alla stessa famiglia del cavolfiore e i due ortaggi tendono a raggiungere la perfetta maturazione contemporaneamente, solitamente in inverno.

broccolo

Dal punto di vista nutrizionale la differenza tra broccolo e cavolfiore è praticamente inesistente: entrambi le verdure sono ricche di vitamine, in particolare la vitamina B9, conosciuta anche come acido folico, e la vitamina C. Non mancano nemmeno i sali minerali, soprattutto potassio e calcio, rendendo i due ortaggi preziosi alleati per un’alimentazione sana.

Il cavolfiore

Tra tutti i cavoli il cavolfiore, conosciuto anche come cimone, è uno dei più conosciuti. Il suo tipico colore bianco e la sua struttura estremamente compatta lo rende praticamente unico nel panorama degli ortaggi. È da sempre conosciuto in tutta Italia, mentre il broccolo ha cominciato solo qualche decennio fa a diffondersi in tutte le regioni d’Italia.

cavolfiore

La differenza tra broccolo e cavolfiore più evidente, oltre che nell’aspetto, è sicuramente del sapore. Il cavolfiore risulta delicato, quasi dolce, e si presta a moltissime preparazioni diverse, dalle vellutate alla cottura al forno con una generosa quantità di besciamella. Lo si può trovare molto spesso anche nella giardiniera, cosa che non capita con il broccolo.

Insomma, una differenza di aspetto e di gusto, che si accompagna ad una certa confusione a seconda della regione in cui ci si trova.

TOPIC ortaggi
REDAZIONE

Raccontare e spiegare cibo, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari riguardo il complicato mondo dell’alimentazione.