CulturaFood

Cos’è la mugicha la bevanda popolare in Oriente

Un tè ottenuto dalla tostatura e macinatura di chicchi d’orzo da consumare come sana abitudine quotidiana

La mugicha, conosciuta anche come tè d’orzo, è una bevanda molto conosciuta e diffusa soprattutto nei paesi asiatici come Giappone, Corea del Sud e Cina e che sta prendendo sempre più piede nei paesi occidentali.

Mugicha te orzo

LEGGI ANCHE: Differenza tra orzo e orzotto

La mugicha, è molto apprezzata nella cultura popolare orientale e viene utilizzata anche nella medicina tradizionale come soluzione per aiutare i casi di stanchezza e infiammazione, anche se queste proprietà non sono confermate a livello medico.

Il gusto della mugicha, è delicato e leggermente amaro e può essere gustata sia fredda che calda. La mugicha è fatta con l’orzo, un cereale che contiene glutine e che viene usato spesso in occidente per varie applicazioni tra le quali la produzione di farine oppure per la creazione di deliziose zuppe. La mugicha è ottenuta macinando i chicchi d’orzo tostati e successivamente raccolti in un filtro utile a diffondere il gusto nell’acqua.

La mugicha è una bevanda a basso contenuto calorico ricca di antiossidanti, vitamine del gruppo B e minerali come ferro, zinco e manganese che contribuiscono al mantenimento del fisico in salute. Per preparare la mugicha è possibile utilizzare l’orzo tostato oppure le bustine preconfezionate contenenti il prodotto già pronto per l’uso. E’ possibile anche tostare l’orzo mettendolo in una padella a fuoco medio per circa 10 minuti fino a quando raggiunge un colore marrone scuro e poi macinarlo per ottenere la polvere da utilizzare nell’infuso.

La mugicha è una bevanda ricca di proprietà salutari che che può essere assunta più volte in una giornata poiché non contiene caffeina. Normalmente in occidente l’orzo è consumato sotto forma di cereale oppure solubile come caffè in alternanza al tradizionale espresso. Tuttavia esiste un nuovo modo di gustare l’orzo, cioè attraverso un infuso di chicchi tostati e macinati, un vero e proprio tè d’orzo chiamato mugicha.

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.