MedicinaSalute

Cos’è l’analisi bioenergetica e come funziona

Considerata una parte della Psicoterapia, l’analisi bioenergetica osserva i movimenti del corpo per capire i disturbi della mente. Ecco come funziona.

L’analisi bioenergetica è una disciplina appartenente alla psicoterapia che mira a sciogliere i blocchi energetici tra corpo e mente, spesso causa di inibizioni e malessere. In questo caso con il termine «energia» ci si riferisce alla vitalità di un organismo data dall’insieme dei processi biochimici e metabolici. Si discosta quindi dall’interpretazione tipica delle filosofie orientali, nonostante presenti alcune similitudini.

analisi bioenergetica

LEGGI ANCHE: Cos’è la naturopatia

La bioenergetica viene definita tecnica «psicocorporea» perché associa a esercizi fisici, respiratori e posturali un’analisi psicologica e caratteriale.
Elaborata in modo sistematico dal medico e psicoterapeuta statunitense Alexander Lowen, l’analisi bioenergetica evidenzia come alcuni aspetti somatici, quindi corporei, come la postura e gli atteggiamenti, riflettano disturbi psicologici.

Come funziona l’analisi bioenergetica?

L’analisi bioenergetica osserva il corpo non solo nella sua realtà statica, ma soprattutto nel suo modo di muoversi, respirare, parlare e relazionarsi. In questo modo, i messaggi corporei vanno a integrare quelli verbali permettendo di creare un quadro molto più completo. In questo senso il carattere altro non è che la modalità unica e personale in cui un individuo è stato capace di difendersi e protendersi verso il piacere.

come funzione analisi bioenergetica

È utile per tutti coloro che vogliono intervenire sulle tensioni muscolari e sullo stress ed è costituita da tre principi fondamentali: la respirazione, il rilassamento e il grounding. Quando si parla di respirazione si intende un atto consapevole che spinge l’aria dalla zona pelvica alla bocca e viceversa e deve essere calma e profonda. Il rilassamento muscolare invece avviene attraverso tecniche corporee specifiche che hanno come fine ultimo sciogliere le contrazioni muscolari permettendo alle emozioni che le hanno provocate di affiorare. L’ultima parte, forse quella più importante, è il grounding ovvero ristabilire il contatto dei piedi con il terreno che rappresenta simbolicamente la realtà. Questo permette di sentirsi più radicati e di prendere consapevolezza di sé stessi e della propria forza.

La bioenergetica in questo senso è utile in particolare per gestire ansia e attacchi di panico ma anche e soprattutto per imparare a provare piacere e sperimentare la gioia di vivere liberando la propria espressività. In Italia l’analisi bioenergetica rientra nel ramo della Psicoterapia quindi può essere praticata da figure professionali autorizzate all’esercizio della professione. Solo loro infatti sono in grado attraverso colloqui e sedute di stabilire la terapia più consona al paziente.

Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazioni indesiderate. 

blank
Dopo una Laurea in Ingegneria mi sono allontanata dai numeri e avvicinata a nuove forme di espressione, come la fotografia e la scrittura. Il mio blog, Il Cucchiaio Verde, racchiude entrambe le passioni e ha come filo conduttore uno stile di vita vegetariano.