MedicinaSalute

Cos’è l’agopuntura e come funziona?

L’agopuntura è una pratica della Medicina Tradizionale Cinese che mira a ristabilire il flusso dell’energia nel corpo attraverso gli aghi. Ecco come.

L’agopuntura è una disciplina appartenente alla medicina tradizionale cinese che si affida ad aghi e calore per promuovere la salute e il benessere dell’individuo. Come molte altre tecniche di questo tipo (cristalloterapia, aromaterapia, riflessologia plantare, ecc) appartiene alla branca delle medicine alternative, cioè prive di fondamenta scientifiche, ma comunque utilizzate in maniera complementare alla medicina tradizionale. Se trova traccia per la prima volta in un testo datato tra il 305 e il 204 a.C. noto come «Canone della medicina interna dell’imperatore».

agopuntura

LEGGI ANCHE: Cos’è l’aromaterapia e come funziona?

Che cos’è l’agopuntura?

Il principio alla base dell’agopuntura è quello di sbloccare il flusso del qi attraverso i canali energetici chiamati meridiani, ciascuno dei quali agisce su determinati organi. L’introduzione degli aghi sottocutanei stimola il sistema nervoso periferico, inviando impulsi al cervello che, a sua volta, risponde con altri impulsi, favorendo quindi il passaggio dell’energia. Come tutte le medicine alternative di stampo orientale infatti, anche l’agopuntura prende in considerazione l’individuo nella sua interezza. La malattia o il disagio quindi sono la manifestazione di una mancanza di equilibrio tra corpo e mente e solo ristabilendolo sarebbe possibile guarire in modo definitivo.

cos’è agopuntura

Per questo motivo l’agopuntura è particolarmente indicata per il trattamento di tutte quelle patologie la cui origine è lontana dal punto di manifestazione. Ci si riferisce in particolare ad ansia, depressione, panico, insonnia, cefalee, nevralgie, cervicale, ma anche disturbi muscolari o articolari. In tempi recenti è stato rilevato come questa tecnica sia molto utile anche per il trattamento delle dipendenze (alcol, fumo e droga), e per la perdita di peso.

L’agopuntura fa male?

La prima domanda che uno si pone quando pensa all’agopuntura è se si sente dolore ed è del tutto naturale dato che prevede l’utilizzo di aghi. La risposta però è negativa: l’agopuntura non fa male. Gli aghi, introdotti in zone diverse a seconda del disturbo da trattare, possono essere inoculati per pochi millimetri o per qualche centimetro (nelle zone dove è presente tessuto adiposo) ma non provocano dolore. Al massimo è possibile avvertire un leggero calore in corrispondenza della zona trattata.

agopuntura fa male

Le sedute di agopuntura durano solitamente dai 20 ai 30 minuti e avvengono solo dopo un’accurata anamnesi del paziente. In Italia può essere praticata unicamente dai medici che hanno poi preso una laurea specialistica in medicina tradizionale cinese. Non presenta particolari controindicazioni fatto salvo in caso di ipertensione non trattata, insulino resistenza, epatite C ed epilessia. È molto importante poi che gli aghi siano sterilizzati accuratamente e mai introdotti su nei, ferite o infiammazioni cutanee.

Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazioni indesiderate.

TOPIC salute
blank
Dopo una Laurea in Ingegneria mi sono allontanata dai numeri e avvicinata a nuove forme di espressione, come la fotografia e la scrittura. Il mio blog, Il Cucchiaio Verde, racchiude entrambe le passioni e ha come filo conduttore uno stile di vita vegetariano.