FoodGastronomia

Come si fa l’aria di caffè

Sapete come si fa l'aria di caffè? Questa creazione è perfetta per guarnire piatti dolci e salati da veri chef, basta avere a portata di mano gli ingredienti e gli strumenti giusti.

Imparare come si fa l’aria di caffè è un modo semplice e veloce per dare un tocco originale alle vostre ricette. L’impiattamento è sempre più importante nella cucina moderna e le arie, chiamate anche spume o nuvole, hanno conosciuto negli ultimi anni un grande successo. Sono in molti a pensare che siano complicate da preparare a casa, ma la verità è che basta un frullatore e i giusti ingredienti per ottenere un ottimo risultato.

aria caffe
Foto di Aria di caffè

L’aria di caffè con agar agar o con lecitina di soia

Cominciamo a dire che gli ingredienti per l’aria di caffè sono veramente pochi:

  • 80 ml di caffè
  • 20 ml di latte (opzionale, da sostituire con altri 20 ml di caffè)
  • 3 g di lecitina di soia o agar agar
  • 7 g zucchero

La preparazione dell’aria di caffè, e di qualunque altra spuma, parte da un liquido, a cui viene aggiunto uno stabilizzante, un gruppo di composti come la lecitina di soia o l’agar agar, appunto, che tendono ad addensare una soluzione. Esistono anche altri tipi di addensanti, come il tuorlo d’uovo o il burro di cacao, ma non sono altrettanto neutrali come sapore. Tenete presente che una frazione grassa, come per esempio il latte, può aiutare la formazione della spuma.

aria caffe agar agar
Foto di Molucular Recipes

L’aria di caffè con frullatore o sifone

Una volta scelti i vostri ingredienti è il momento di creare l’aria di caffè. Il principio è semplice: bisogna incorporare più aria possibile all’interno di un liquido, un processo simile a quello che avviene nella schiuma di un cappuccino. Questo risultato si può ottenere tranquillamente a casa con un frullatore, tradizionale o a immersione, o con un sifone.

Diciamo subito che con il frullatore si possono ottenere degli ottimi risultati, soprattutto quando si vogliono ottenere arie leggere. Un discorso diverso invece per quelle più dense, che necessitano di un sifone, uno strumento che, ridotto ai minimi termini, «monta» un liquido come la panna con del gas pressurizzato, solitamente N2O.

aria di caffe frullatore sifone
Foto di Dove c'era l'aquila

Per fare l’aria di caffè in casa dovrete semplicemente unire tutti i vostri ingredienti in un contenitore dai bordi alti, idealmente un becker, per poi miscelare il tutto con un frullatore ad immersione. Vedrete immediatamente formarsi una schiuma, tenete il recipiente inclinato in modo che l’aria sia incamerata ancora più efficacemente. Dovreste ogni tanto passare il mixer anche sulla schiuma, in modo da ottenere bolle omogenee di piccole dimensioni. Nel caso a casa si abbia solo un frullatore tradizionale si può ottenere un risultato molto simile: una volta acceso l’elettrodomestico si potrà «scremare» la schiuma che si formerà in superficie.

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.