AnimaliAnimali domestici

Come proteggere i cani dal freddo in inverno

Anche i cani possono soffrire le basse temperature l’inverno. Cosa possono fare i padroni per proteggere i cani dal freddo?

Non siamo soltanto noi umani a soffrire il freddo, ma anche i nostri amici a quattro zampe come i cani, soprattutto cuccioli, anziani, soggetti malati – che sono maggiormente a rischio – e gli animali a pelo raso. Le basse temperature possono provocare tremori o peggio ancora, soprattutto quando la temperatura esterna non è ideale per i cani. È consigliabile, dunque, mettere in pratica alcuni piccoli accorgimenti: ad esempio, cercando di isolare la cuccia del cane dal freddo o non facendo dormire il cane fuori quando le temperature sono più rigide. Ecco come proteggere i cani dal freddo in inverno.

proteggere cani freddo

Accogliete il cane in casa

La prima cosa da fare per proteggere i cani dal freddo in inverno sarebbe quella di accoglierli in casa, evitando di farlo dormire fuori in special modo quando la temperatura esterna non è ideale. È importante non dimenticare che il freddo può essere letale, soprattutto per i soggetti più deboli come cuccioli, cani anziani o malati, quindi evitate di lasciarli al gelo e ancora di più la notte. Come segnalato dalla Lega Nazionale per la Difesa del Cane, sono tanti i decessi in inverno per i cani che soffrono il freddo, a causa della scarsa protezione dal gelo o per il peggioramento di malattie croniche.


Isolate la cuccia del cane dal freddo

Soprattutto quando dormono fuori in giardino in inverno è necessario sapere come proteggere i cani dal freddo la primissima cosa da fare è quella di isolare la cuccia dal freddo. Come fare? È necessario che questa sia posta in un luogo riparato – ad esempio, in una zona in cui ci sia un riparo in alto come un balcone o una tettoia – e che sia delle dimensioni adeguate alla taglia del piccolo: la cuccia non deve, infatti, essere esposta al maltempo o essere troppo grande, perché sarebbe più fredda. Altro consiglio è quello di appoggiarla, preferibilmente, ai muri caldi della vostra casa, rivolgendo l’entrata in direzione opposta a quella in cui soffia generalmente il vento. Per combattere il freddo, la cuccia dovrebbe poi essere isolata da terra e avere al suo interno un materassino che possa impedire al cane di venire a contatto con il pavimento freddo. Aggiungere, inoltre, delle coperte – che vanno cambiate spesso – sarebbe il massimo, ma queste devono essere mantenute asciutte.

Adattate l’alimentazione al periodo invernale

L’alimentazione del cane va adattata al periodo invernale: questa può fare la differenza perché, proprio come noi quando si abbassano le temperature, anche i cani bruciano più calorie per scaldarsi, per cui è necessario aumentarne la razione per far sì che non perdano peso. La dieta deve essere ricca di proteine e nutrienti e comprensiva di almeno due pasti al giorno, meglio tre per cuccioli e anziani. Chiedete, ad ogni modo, consiglio al vostro veterinario.

Usate una ciotola di plastica per l’inverno

Proteggere i cani dal freddo in inverno, potrebbe non essere l’unica cosa a cui fare attenzione. È consigliabile, infatti, ricorrere a una ciotola in plastica perché, soprattutto all’esterno, l’acqua potrebbe congelarsi e il metallo conduce il freddo più velocemente. L’acqua nella ciotola non deve mai essere troppo fredda e va cambiata spesso.

Ricorrete a dei cappottini

In alcuni casi, è consigliabile ricorrere a dei cappottini che possano proteggere i cani dal freddo nel modo migliore: basti pensare ai cuccioli, agli anziani, ai cani malati o agli animali a pelo raso e ai cani di taglia piccola. Anche dei semplici maglioni vecchi possono andare bene: vi basterà, infatti, rimuovere le maniche lunghe – devono restare liberi soltanto testa, zampe e coda – e potrete proteggere il vostro cane a livello del tronco.

cappottini cani freddo

Curate il vostro cane

Per proteggere i cani dal freddo in inverno, un’altra cosa fondamentale da non dimenticare è la cura del cane. Spazzolate il vostro peloso a quattro zampe per stimolare la circolazione sanguigna, così da agevolare il rinnovo del sottopelo che gli donerà una maggiore protezione dal freddo. Quando uscite e il manto si bagna per via della pioggia o della neve, ricordate sempre di asciugarlo bene, anche tra le dita e le zampe. Evitate, inoltre, di fargli il bagno troppo di frequente, perché il lavaggio elimina gli oli protettivi della cute.

Fate attenzione a eventuali pericoli

I cani non vanno mai lasciati incustoditi in auto, garage o con apparecchi elettrici nelle vicinanze. Se durante la stagione estiva il pericolo per un cane in macchina o in garage è quello di morire per soffocamento – a causa dell’eccessivo caldo – durante l’inverno, invece, potrebbe congelare per ipotermia. Inoltre, non lasciate mai accesi in presenza di animali apparecchi elettrici come stufette, cuscinetti termici, scaldini e simili. Attenzione, poi, all’antigelo per le macchine che può essere trovato a terra in questo periodo dell’anno, in quanto è velenoso anche se ingerito in piccole quantità: in caso di ingerimento, l’animale va immediatamente portato dal veterinario, se possibile con la confezione del prodotto.

Pensate anche ai randagi

Pensate anche ai randagi, agli animali che non hanno una casa e vivono per strada, nei canili o nei rifugi. Fate attenzione quando accendete le automobili, perché gli animali – per proteggersi dal freddo – spesso cercano di scaldarsi sotto le macchine, dove trovano il calore del motore: prima di partire, controllate sotto l’automobile, all’interno del passaruota e, per sicurezza, date dei colpetti sul cofano, così da consentire di scappare se ci fosse qualcuno. Infine, se avete delle vecchie coperte da buttare, ma che vestiti usati, asciugamani o lenzuola, donateli a un rifugio, perché saranno di aiuto per scaldare le cucce di tutti gli animali senza una famiglia.

blank
Appassionata da sempre di scrittura, lingue, animali, musica, serie TV e film, mi divido tra questi e altri interessi, cercando di fare delle mie passioni un lavoro e continuo oggetto di studio. Lavoro da anni come web writer e web content editor per alcune testate giornalistiche online, trattando diversi temi tra cui alimentazione veg, animali, salute e benessere.