AmbienteBarnhouseEcologia

Come i Krunchy di Barnhouse supportano l’agricoltura biologica e la biodiversità

Nella mission di Barnhouse troviamo grande attenzione verso coltivazioni che sappiano rispettare la biodiversità e la sostenibilità ambientale delle coltivazioni biologiche.

Barnhouse ha scelto per i suoi Krunchys di utilizzare l’avena e il farro proveniente da produzioni locali. Fino ad oggi l’85% del muesli croccante prodotto da Barnhouse, è stato ottenuto da agricoltura regionale e, già da quest’anno, la percentuale raggiungerà il 100%. Per ottenere questo risultato, Barnhouse, pioniere della produzione biologica bavarese, ha infatti allacciato collaborazioni con oltre 60 agricoltori locali in grado di offrire coltivazioni biologiche di straordinaria qualità. Questi piccoli agricoltori coltivano farro e avena nella regione intorno a Mühldorf am Inn, nel cuore della Baviera dove si trova Barnhouse. Questa scelta non è solo finalizzata ad un rapporto meramente commerciale tra Barnhouse e questi agricoltori, l’idea è di più ampio respiro e coinvolge soluzioni che fanno bene non solo ai consumatori ma anche all’ambiente. Ecco di seguito un paio di esempi interessanti che possono aiutare a capire.

Barnhouse biodiversità

Barnhouse e il progetto di reinsediamento di erbe selvatiche a sostegno della biodiversità

Nel 2018, Barnhouse ha fatto un altro passo nella promozione della biodiversità. Al fine di garantire che le specie di erbe selvatiche, importanti per la biodiversità, possano continuare a crescere nei campi coltivati, Barnhouse ha supportato e fornito, agli agricoltori con i quali collabora, una miscela di semi autoctoni. Questo permette di coltivare assieme agli eccellenti cereali biologici, alcune erbe selvatiche normalmente presenti in natura. Tutto questo con l’obiettivo di garantire un habitat perfetto per la crescita sana dei vegetali e per la proliferazione naturale della fauna ed insetti autoctoni del territorio.


L’idea dei tre benefici nella coltivazione biologica di Barnhouse

Prendendo come esempio l’avena Barnhouse SinaBa, che prende il nome dalla fondatrice dell’azienda la signora Sina Nagl, questo prodotto è la prima avena al mondo proveniente da coltivazione puramente biologica fin dall’inizio del processo produttivo. La spiegazione è frutto dell’idea “dei tre benefici” che viene applicata dagli agricoltori che collaborano con Barnhouse.

Camelina Sativa

Il campo dove vengono coltivati i cereali da agricoltura biologica, combina vantaggi ecologici ed economici. Oltre all’avena, infatti, viene piantata anche della Camelina Sativa, conosciuta anche come “oro del piacere” e trattasi di una pianta fiorita nella famiglia delle Brassicaceae. L’aggiunta di questa pianta, permette di sostenere la biodiversità, garantendo alle api una grande scorta di nutrimento utile alla loro proliferazione e sostentamento. Oltre all’ottima avena e al grande beneficio per l’ecosistema e la biodiversità, il terzo beneficio è che questo tipo di pianta garantisce un alto livello di proteine, oli preziosi e nutrienti che si ottengono raccogliendo i suoi semi.

Nei Krunchy di Barnhouse oltre al muesli croccante c’è quindi molto di più. Consumando i suoi prodotti è quindi possibile sostenere lo sviluppo dell’agricoltura biologica nel pieno rispetto delle biodiversità e gustando un eccellente prodotto sano e nutriente.

inNaturale.com per

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.