BevandeVini & Spumanti

Come conservare il vino

Vi hanno regalato una bottiglia di ottimo vino? Consumatela subito oppure scoprite come conservare il vino in modo corretto.

In tempi recenti si è assistito a un vero e proprio boom nel consumo e nella degustazione di vino. Complici probabilmente i film e le serie tv straniere, dove vediamo i personaggi sorseggiare calici di vino in salotto, anche in Italia questa tendenza sta prendendo sempre più piede e per questo si rende necessario capire un aspetto fondamentale: come conservare il vino.
1. Consumare il vino a casa
2. Trucchi per conservare il vino a casa
3. Il vino sa di tappo
4. La temperatura giusta per conservare il vino

conservare il vino

Consumare il vino a casa

L’Italia, da sempre, si contende il primato con la Francia per la produzione dei migliori vini. La conseguenza diretta è che gli italiani amano il vino e sono soliti consumarlo soprattutto a tavola. Negli ultimi anni però sono fioccati anche i wine bar, locali dove è possibile degustare un calice di vino, magari accompagnato da qualche stuzzichino. Ma perché allora non coccolarsi anche a casa? Un calice di vino degustato in compagnia tra le mura domestiche è un piccolo grande lusso, ma spesso, una volta aperta la bottiglia, non si sa come conservare il vino al suo interno.

trucchi consigli conservare vino



Trucchi e consigli per conservare il vino

Non servono trucchi per Conservare il vino ma occorre solo fare attenzione ad alcune semplici regole, sia che si tratti di una bottiglia pregiata che di un vino più economico.

  • Il vino infatti deve essere conservato in ambienti controllati;
  • Il vino va riposto al buio, lontano dalla luce diretta non solo del sole ma anche quella fluorescente, che innescherebbe un veloce processo di degradazione;
  • Sarebbe opportuno poi tenere le bottiglie coricate su un fianco in modo che il tappo sia sempre a contatto con il vino.

Il vino sa di tappo

Contrariamente a quanto si possa pensare, non è il contatto tra il tappo e il vino a dare alla bevanda il sapore di tappo: sono le muffe che tendono a formarsi in modo naturale nel sughero la cui proliferazione viene però arrestata dall’assenza di aria che si crea proprio quando il vino viene risposto inclinato. A voler essere precisi poi, piuttosto che orizzontale, il vino andrebbe conservato inclinato di 5° così da permettere ai residui di depositarsi sul fondo.

La temperatura giusta per conservare il vino

Un altro parametro per conservare a casa il vino al meglio è la temperatura.

  • I vini bianchi andrebbero conservati tra i 10 e i 12 °C,
  • I vini rossi tra i 12 e i 15.

Inoltre, per conservare il vino, sono assolutamente da evitare gli sbalzi di temperatura che andrebbero a danneggiarne l’aspetto e il sapore.

Strettamente collegata alla temperatura è l’umidità, indispensabile per la conservazione soprattutto del tappo, l’unico isolante tra vino e mondo esterno. Per questa si è soliti quindi raccomandare dei valori compresi tra il 60% e l’80%. Per tutto quanto detto sopra, va da sé che il luogo peggiore delle casa in cui conservare il vino è proprio la cucina, peggio ancora se si tratta del bancone.

blank
Dopo una Laurea in Ingegneria mi sono allontanata dai numeri e avvicinata a nuove forme di espressione, come la fotografia e la scrittura. Il mio blog, Il Cucchiaio Verde, racchiude entrambe le passioni e ha come filo conduttore uno stile di vita vegetariano.