AmbienteAttualitàCultura

Combattere la deforestazione: il fondamentale contributo degli indigeni

La deforestazione dilania l’Amazzonia e, mentre il tempo scarseggia, la combinazione di partecipazione degli indigeni e tecnologia appare vincente.

L’Amazzonia ricopre un ruolo fondamentale per il pianeta, ma la piaga della deforestazione la mette a dura prova. Di recente l’idea di coinvolgere le popolazioni locali nella tutela dell’ambiente è stata ampiamente promossa e una nuova ricerca ha dato ottimi risultati. Le reazioni sono entusiaste sia nella comunità scientifica, sia tra gli indigeni e proseguire su questa linea è un dovere.

deforestazione

La deforestazione in Amazzonia:

Fermare la deforestazione in Amazzonia è vitale. La zona ospita specie animali e vegetali uniche e sequestra ogni anno miliardi di tonnellate di carbonio, ma i fattori che la minacciano sono molteplici. Estrazione di minerali, urbanizzazione e coltivazioni di coca sono tra le principali. Oltre un terzo della Foresta Amazzonica è, però, abitato da comunità indigene e vari governi e associazioni ambientaliste hanno provato a reclutarle per proteggere vaste aree. Formazione e distribuzione di risorse tecnologiche per il monitoraggio a distanza sono risultate punti fermi dei programmi che rappresentano spesso l’unica soluzione per provare a contrastare le attività illegali.

Il contributo degli indigeni:

Alcuni scienziati hanno recentemente indagato sulle strategie per combattere la deforestazione. I ricercatori hanno selezionato 76 comunità indigene nell’Amazzonia Peruviana. Tre membri di 36 di esse sono stati formati al pattugliamento delle foreste e dotati di app per il controllo da remoto. Una volta individuati i responsabili delle infrazioni ogni comunità poteva scegliere se sanzionarli in prima persona o denunciarli alle autorità statali. Il primo anno qui il tasso di deforestazione, confrontato con quello rilevato per le comunità di controllo, è calato del 52%. L’anno successivo il divario è apparso meno ampio, ma ciò è stato attribuito alle campagne governative di lotta alla cocaina.

Combattere la deforestazione:

Lo studio sulle strategie per combattere la deforestazione apre interessanti prospettive. I risultati sono apparsi promettenti e ora provare a coinvolgere in simili iniziative le comunità esposte ai maggiori rischi appare un passo naturale. Gli indigeni hanno, poi, accolto i progetti in modo favorevole e hanno mostrato grande volontà di partecipazione. Francisco Hernández, leader della tribù Tikuna, ha spiegato che per molti membri della comunità tali progetti hanno offerto un’occasione per conoscere meglio le proprie terre e le proprie ricchezze. Simili iniziative richiedono, comunque, organizzazione e investimenti. Spesso l’impossibilità di accesso alla tecnologia si mostra proibitiva e la presenza di minerali e petrolio può rendere il rischio di deforestazione quasi incontrastabile.

La deforestazione rappresenta ormai oggi una problematica globale. Preservare l’integrità dell’Amazzonia è un dovere e la giustificazione della lontananza spaziale non può più essere accettata. Ancora una volta gli indigeni stanno mostrando di avere molto da insegnare. Forse il momento di trasformare il nostro abituale atteggiamento di sufficienza in uno sguardo d’ammirazione è davvero arrivato.

blank
Laureata in Filosofia, credo fermamente che ogni sfaccettatura del sapere umano meriti di essere inseguita. Amo la lettura, gli animali e la natura e penso che solo continuando a farsi domande sia possibile mantenere uno sguardo vigile sul mondo.