AttualitàEconomia

Coca Cola dichiara guerra a Nestlé e Starbucks sul caffè

Cola Cola ha acquistato Costa coffee per 4,4 miliardi di euro, aprendo una guerra con Nestlé e Starbucks sul fronte caffè.

L’acquisto di Costa da parte di Coca Cola è una mossa che sembra aprire una guerra con Nestlé e Starbucks. Sembra che il caffè, ultimamente, sia un terreno di scontro tra le grandi multinazionali del cibo, che si stanno muovendo per consolidare le proprie posizioni. L’affare tra The Coca Cola Company e la Whitbread, proprietaria della catena Costa, così come quello miliardario tra Nestlé e Starbucks, ne sono un esempio.

coca cola guerra nestle starbucks

Coca Cola compra Costa Coffee

Nel 1995 la catena Costa contava 39 locali. Appena 23 anni dopo, nel 2018, sono diventati 3.800, sparsi in oltre 32 paesi, un impero che vale un accordo da 4,4 miliardi di euro. La mossa di Coca Cola permetterà all’azienda di aprirsi una posizione nel mondo delle bevande calde, settore in cui per ora non ha ancora un marchio a diffusione globale.

cola cola compra costa coffee

Il CEO di The Coca Cola Company, James Quincey, ha spiegato così la sua mossa, sottolineando come Costa sia una forte piattaforma del caffè posizionata a livello globale. Per intenderci, il marchio in Inghilterra è più diffuso della catena Starbucks, e con i fondi messi a disposizione dalla bibita più famosa del mondo potrà diffondersi con ancora più energia nei mercati emergenti.

L’affare è stato particolarmente vantaggioso per la multinazionale, che ha acquistato la catena di caffetterie in un momento di crisi. Con i soldi ricavati la Whitbread riuscirà infatti a coprire una parte dei suoi debiti.

REDAZIONE

Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.