AmbienteAttualità

Città rese fantasma dal clima: gli esempi sono molti

Negli Stati Uniti i disastri naturali imperversano. Le città rese fantasma dal clima non mancano e spesso di esse restano solo macerie e ricordi sbiaditi.

Gli Stati Uniti sono spesso teatro di disastri naturali. A causa di essi la fisionomia di diversi luoghi è cambiata in maniera indelebile. Uragani, incendi, inondazioni e altri fenomeni hanno colpito ovunque. Il riscaldamento globale non fa che peggiorare la situazione. Dalla Louisiana alla California i drammatici esempi di città rese fantasma dal clima sono molti.

Città fantasma clima

LEGGI ANCHE: Entro il 2050 potrebbero esserci 1 miliardo di rifugiati climatici

Inondazioni e erosione:

Per imbattersi in città rese fantasma dal clima è sufficiente risalire il corso del Mississippi. Sul delta c’è Burrwood, una cittadina in Louisiana. Nel 1941, Roosevelt vi ha stabilito una solida base navale. Oggi Burrwood non esiste più. A causa dell’azione di erosione delle onde ne restano solo terreni paludosi e una piccola stazione pilota portuale. Nel 1993, poi, la Mississippi River’s Great Flood ha spazzato via Valmeyer in Illinois. Gli abitanti si sono rifiutati di soccombere e oggi la piccola città è risorta su un promontorio. Dennis Knobloch, ex sindaco, sottolinea che rappresenta molto di più di un progetto di sopravvivenza. Della vecchia Valmeyer restano però solo poche case in rovina, gelosamente custodite dai proprietari.


Gli uragani:

Negli USA gli uragani hanno sempre sconvolto intere regioni, ma quest’anno il bilancio è stato particolarmente drammatico, soprattutto in Louisiana. Alle città rese fantasma dal clima si sta aggiungendo anche Cameron. Qui la popolazione è ormai calata dell’80% e gli abitanti rimasti sono 400. La potenza della tempesta ha persino scoperchiato le tombe e spinto le bare fuori dal terreno. La città è in declino dal 2005 e secondo gli esperti non resisterà a un altro uragano. Edward Richards della Louisiana State University, ha affermato che tutti sono consapevoli che un futuro a Cameron è impossibile. Chi è rimasto lo ha fatto per senso di responsabilità.

Il cambiamento climatico contribuisce:

Il riscaldamento globale sta moltiplicando le città rese fantasma dal clima. Tra i fenomeni in aumento ci sono gli incendi, sempre più violenti, frequenti e duraturi. Nel Nord della California non sono state risparmiate nemmeno le città storiche. Nel 2018 il Carr Fire ha infatti distrutto il Shasta State Historic Park. L’anno precedente il fuoco aveva devastato Helena, uno dei più antichi insediamenti minerari pionieri, sopravvissuto per 170 anni. Anche l’innalzamento del livello dei mari ha mietuto vittime. La Holland Island, in Maryland, è stata infatti sommersa nel 2010, dopo un secolo di declino. Gli scienziati hanno profetizzato che entro la fine del secolo il cambiamento climatico si prenderà tutte le isole della baia.

Sentir parlare di città rese fantasma dal clima ci potrebbe sembrare quasi anacronistico. In realtà non è così. Viviamo in un tempo in cui il progresso ci ha dato l’illusione di avere potenzialità infinite, ma il compito di indirizzare i mezzi nella giusta direzione è solo nostro. Nel frattempo la natura trova sempre il modo di ricordarci quanto siamo fragili e dipendenti da essa.

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.