AttualitàLifestyle

Cibo biologico: Danimarca la nazione che ne mangia di più

Un’indagine su oltre 180 paesi al mondo ha stabilito che la Danimarca è la più ghiotta di cibo biologico. Italia ferma al 3%.

Il cibo biologico piace in Danimarca che tra più di 180 paesi al mondo è la più grande consumatrice pro-capite. I dati arrivano dal rapporto internazionale The World of Organic Agriculture condotto proprio dall’ente danese per Agricoltura e Alimentazione. Assieme ai danesi tra i più ghiotti di cibo bio sarebbero svizzeri e lussemburghesi.

cibo biologico

Il panorama del mondo del cibo biologico

Il rapporto ha tracciato un panorama dettagliato del mondo dell’agricoltura e del cibo biologico in tutti e quattro i continenti. I più ghiotti di cibo bio si sono dimostrati i danesi. Ben l’11,5% delle vendite di alimentari in Danimarca nel 2018 sono state di cibo biologico. Per paragone, in Italia la «quota bio» per gli alimentari è in crescita ma ancora ferma al 3%.

A spendere di più per il biologico sono tuttavia gli svizzeri, con una spesa a testa annuale di circa 227 euro anche se il dato è falsato dal costo della vita più elevato. In Italia per l’alimentazione biologica spendiamo poco più di 40 euro a testa ogni anno.

agricoltura biologica


La crescita dell’agricoltura biologica

Se la Danimarca ha la quota di mercato per il cibo biologico più elevata, il mercato più grande è tuttavia quello degli Stati Uniti dove l’alimentazione bio vale qualcosa come 300 miliardi di euro all’anno, quasi la metà dei 730 miliardi di euro di prodotti biologici venduti nel 2018 in tutto il mondo.

A fare da traino per l’Italia sono le esportazioni: il valore del cibo biologico per i produttori italiani che esportano all’estero è di circa 2 miliardi di euro nel 2016. Si tratta di un secondo posto al mondo dietro gli USA che raggiungono quota 3 miliardi.  Tra le grandi nazioni del mondo l’Italia si posiziona tra i primi anche per superficie dedicata alle colture bio. Ai primi posti troviamo Liechtenstein, Polinesia Francese e Isole Samoa, tra le nazioni più popolose invece l’Austria è la prima con il 22% della superficie agricola destinata al biologico, l’Estonia al 19%, la Svezia al 18% e quindi l’Italia al 14,5%. 

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.