AttualitàFood

Chi è Carlotta Perego, la food influencer di “Cucina Botanica”

Monzese, classe ’93, è diventata un punto di riferimento della cucina vegana proponendo ricette semplici e consigli su YouTube e Instagram

Avvicinare le persone alla cucina vegana proponendo ricette semplici. È questa in estrema sintesi la mission che si è data Carlotta Perego, food influencer monzese, classe ’93, creatrice di “Cucina Botanica”. Il progetto vive soprattutto sull’omonimo canale YouTube e sulla pagina Instagram, dove è d’ispirazione con le sue video ricette per tutti coloro che vogliono cambiare o arricchire la propria dieta sperimentando piatti privi di ingredienti di origine animale. In breve tempo Carlotta è diventata un punto di riferimento nel panorama della cucina veg nel nostro Paese, tanto da pubblicare un libro ed essere invitata come ospite in trasmissioni tv come Bake Off.

Carlotta Perego è diventata un punto di riferimento della cucina vegana proponendo ricette semplici e consigli su YouTube e Instagram

La biografia

In realtà Carlotta Perego preferisce essere definita un’insegnante di cucina vegetale e crudismo. Che poi è quello che effettivamente è. Dopo la laurea in design e un periodo di lavoro nel mondo della moda, Carlotta decide infatti di cambiare vita e di trasferirsi a Los Angeles per studiare cucina vegetale. Concluso il suo periodo di formazione, lavora come assistente per Plantlab, una scuola di cucina veg grazie alla quale diventa insegnante e gira per il mondo. Tornata in Italia, decide di sfruttare il bagaglio di conoscenze acquisito creando il progetto che l’ha resa famosa.

La nascita di Cucina Botanica

“Cucina Botanica” nasce nel 2018, quando Carlotta pubblica la sua prima videoricetta. All’inizio, come spiega lei sul suo sito, l’obiettivo è quello di condividere le sue ricette semplici e vegetali, per aiutare le persone a cucinare piatti più sani, ma allo stesso tempo gustosi e dall’aspetto molto appetibile creati con ingredienti naturali come cereali, verdure, legumi, frutta, semi e frutta secca. Tratto distintivo dei tutorial è il suo tono di voce gentile e pacato. Ora, oltre alle ricette, propone anche spiegazioni chiare riguardanti l’alimentazione e video informativi. Offre inoltre consulenze a ristoranti, marchi e aziende di catering che vogliono offrire opzioni vegane ai loro clienti e fa da vetrina ai prodotti delle aziende del settore veg inserendoli nelle ricette che propone ai follower.

Cosa propone

La ricette vegetali che propone Carlotta Perego sulle pagine di “Cucina Botanica” si caratterizzano per essere piuttosto semplici. Un particolare non di poco conto visto che avvicinarsi alla cucina vegana significa maneggiare ingredienti che si conoscono poco. Metterli insieme ottenendo un risultato soddisfacente è tutt’altro che scontato le prime volte e può spingere ad abbandonare questa strada dopo alcuni fallimenti.

Per questo l’insegnante monzese suggerisce molte opzioni con cui sostituire in modo efficace gli ingredienti animali: via carne, pesce, uova, latte e latticini, miele e spazio a ceci, lenticchie, legumi in generale (e alle farine create con questi prodotti), cereali integrali, frutta secca, semi e latte vegetale di ogni tipo. I piatti che propone sono tantissimi: dai primi come la pasta con crema di peperoni, ricotta vegetale di anacardi e granella di pistacchi ai secondi come le cotolette di ceci senza dimenticare i dolci come la cheesecake e il salame al cioccolato veg.

Il libro

Nel giro di pochi anni Carlotta ha raccolto un grande seguito di pubblico. Al suo canale YouTube sono iscritti quasi 460mila utenti, mentre la sua pagina Instagram è seguita da 590mila follower. Sulla scia di questo grande successo a novembre 2020 ha pubblicato il suo primo libro, “Cucina Botanica” (Gribaudo Editore), che nel periodo d’uscita ha superato nelle classifiche di vendita Amazon quello di una veterana nel mondo dei food influencer, Benedetta Rossi. Nel volume Perego raccoglie le sue ricette e propone le risposte di un esperto ai principali dubbi sull’alimentazione vegetale. Nell’introduzione c’è la sintesi del suo stile: “Con gentilezza, l’educazione e comprensione. Se continueremo a dividere la realtà in vegani e onnivori, buoni o cattivi, bianco e nero, non andremo molto lontano”.

blank
Giornalista, ex studente della Scuola di Giornalismo Walter Tobagi. Osservatore attento (e preoccupato) delle questioni ambientali e cacciatore curioso di innovazioni che puntano a risolverle o attenuarne l'impatto. Seguo soprattutto i temi legati all'economia circolare, alla mobilità green, al turismo sostenibile e al mondo food