ChefItinerari

Chef Davide Caranchini, la giovane promessa del ristorante Materia

Chef Davide Caranchini, guida del ristorante Materia in provincia di Como, è tra le figure più promettenti del panorama gastronomico italiano.

Classe 1990, comasco e giovanissimo, Chef Davide Caranchini ha fatto già tanto parlare di sé. Fresco di prima stella Michelin con il suo ristorante Materia, ha alle spalle una carriera davvero invidiabile. La sua cucina è stata definita provocatoria, con un grande studio per le materie prime e un grande lavoro di valorizzazione dei prodotti locali.

chef Davide Caranchini
Foto di Ristorante Materia/ph. Luciano Barsetta

La carriera e i premi dello chef Davide Caranchini

La passione per la cucina di chef Davide Caranchini è nata in tenera età e, come spesso succede, questo amore nasce proprio tra le mura di casa. Ma ben presto, questo diletto, è diventato per lo chef un desiderio concreto di apprendere e conoscere il mondo gastronomico. La carriera dello chef Davide Caranchini è cominciata con la scuola alberghiera, dove grazie al suo talento, con i suoi compagni, ha ottenuto il quarto posto alle Olimpiadi della cucina in Germania. Da quel momento ha intrapreso un viaggio, in giro per l’Europa, che lo ha portato a essere lo chef di oggi. Acidità e amaro sono i due sapori alla base della sua cucina, «i più divertenti e i più appaganti», che gli hanno permesso di vincere premi importanti come: «Giovane dell’anno dalla guida dell’Espresso nel 2018», o ad essere finalista del «Premio Birra Moretti Grand Cru»; oltre ad essere inserito nella lista dei 30 under 30 di Forbes, unico chef italiano a entrare in questa ambita lista, insieme alla pastry chef Isabella Potì.

carriera premi chef Davide Caranchini
Foto da pagina Facebook Ristorante Materia

Ma non sono solo i premi dello chef Davide Caranchini a stupire, ma anche le esperienze con diversi chef di fama internazionale che lo hanno portato a essere un giovanissimo stellato Michelin. Ha lavorato per Gordon Ramsay presso il Maze, a Le Gavroche di Michel Roux Jr, all’Apsleys di Heinz Beck e al Noma di Copenaghen. Tornato in Italia, ha fatto parte anche della cucina dell’Enoteca Pinchiorri. Dopo due brevi esperienze come chef, presso il ristorante Acquadolce di Carate Urio e di Casa Santo Stefano a Cernobbio, arriva Materia, il ristorante a Cernobbio che lo chef Davide Caranchini apre con la sua compagna Ambra Sberna, suo fratello Marco Sberna e il cugino Luca Sberna. Quattro under 30, che promettono di rendere unica l’esperienza nel ristorante Materia.


Il ristorante Materia di chef Caranchini

Il ristorante Materia è il risultato di esperienze e viaggi, di umiltà e spirito di sacrificio, di culture diverse e di una profonda conoscenza della «materia», appunto. Il nome del ristorante dello chef Davide Caranchini vuole, infatti, portare alla luce la sua scelta di valorizzare la materia prima e gli ingredienti della sua terra. Lo chef segue il ritmo naturale delle stagioni e lavora a contatto con piccoli produttori locali che credono in quello che fanno, esattamente come lo chef e la sua giovane brigata. Il risultato è una cucina della tradizione italiana, svecchiata e sgrassata, estremizzando i sapori e con una grande influenza dal nord.

ristorante Materia
Foto di Ristorante Materia/ph. Luciano Barsetta

Piatti che sono il frutto di sperimentazione, che completano un luogo minimale e moderno, accogliente che conduce in un’esperienza fatta di emozioni, sapori, profumi e persone. L’esperienza estera, la tradizione e la sua giovinezza sono rappresentate da uno spazio verde, voluto dallo chef Davide Caranchini, una serra dove lui stesso si dedica alla coltivazione di oltre 100 specie diverse di piante, erbe aromatiche, bacche e radici che diventano poi l’arricchimento dei suoi piatti.

ristorante Materia serra
Foto di Ristorante Materia/ph. Luciano Barsetta

Il desiderio più grande dello chef Davide Caranchini è quello di rendere la provincia di Como una meta gastronomica di fama mondiale, un luogo che la gente sceglie per provare esperienze culinarie indimenticabili. Secondo lo chef, grazie alla costante ricerca di prodotti naturali e genuini, e prediligendo le piccole realtà a discapito delle grandi distribuzioni, si può realizzare questo progetto sicuramente forte e ambizioso.

blank
Giornalista pubblicista, attratta dalla natura e dal benessere, una persona dinamica e motivata da una costante voglia di conoscere il mondo che la circonda. Laureata in Relazioni Pubbliche e Pubblicità, con uno spiccato interesse per la moda, lo yoga e la buona cucina.