AttualitàFood

“Cercasi assaggiatore di biscotti”: la proposta di lavoro di un’azienda

Un biscottificio scozzese cerca un degustatore per ideare i nuovi prodotti. Per il prescelto, contratto full-time e stipendio da oltre 44mila euro annui

Se siete dei sgranocchiatori professionisti di biscotti e volete lavorare in ambito alimentare questo è il lavoro che fa per voi. Un biscottificio britannico ha pubblicato un annuncio per la ricerca di una persona che si occupi di assaggiare i suoi prodotti. Non si tratta di un’iniziativa di marketing estemporanea per attirare l’attenzione dei media. La persona selezionata entrerà a tempo pieno nell’organico dell’azienda, ricevendo un’interessante retribuzione e qualche benefit aggiuntivo per fare da degustatore.

Assaggiatore biscotti

Contratto full-time e scorte di biscotti gratuite

Avete capito bene: il fortunato sarà assunto come assaggiatore di biscotti. La proposta di lavoro arriva da Border Biscuits, biscottificio a gestione familiare con sede a Lanark, in Scozia. Lo stipendio per questo intrigante ruolo non è affatto male: poco più di 44mila euro annui con 35 giorni di ferie per un contratto a tempo pieno. In più il selezionato avrà il posto auto riservato e, naturalmente, scorte di biscotti gratuite a non finire.

Ma cosa dovrà fare tecnicamente questo assaggiatore e quali abilità sta cercando il biscottificio? La descrizione della posizione pubblicata nell’annuncio specifica che il candidato ideale deve essere dotato di “papille gustative finemente sintonizzate e avere un talento per il lato tecnico della cottura in forno (dei dolci ndr)”. Il selezionato “passerà i propri giorni inviando i prodotti dal tavolo della cucina alla produzione, selezionando i nuovi sapori meritevoli di avere un posto nei barattoli in giro per il paese, ma aiuterà anche la squadra a portare innovazione, qualità e sostenibilità lungo tutta la filiera”. Non è specificato se la ricerca sia aperta anche a candidature dall’estero.

La passione non basta: serve la laurea

Non basterà, tuttavia, essere persone che passano ore nella corsia dei biscotti del supermercato per rientrare tra i candidati più convincenti. A certificare che l’annuncio pubblicato è molto serio e non una simpatica trovata pubblicitari, c’è la sezione “titoli di studio”: il profilo ideale dovrà avere una laurea in scienze dell’alimentazione, della nutrizione o equivalenti. Sono richieste anche esperienze lavorative pregresse nel settore sviluppo del prodotto di un’azienda privata, meglio se nel settore dolciario e una comprovata conoscenza “scientifica e pratica” dei prodotti da forno e i processi dietro la loro produzione.

Il prescelto sarà Mastro Biscottaio

Sapere quanto è possibile inzuppare un biscotto nel tè o nel caffè-latte prima che si disfi non sarà sufficiente come skill per prevalere sugli altri candidati, dunque. Ma forse potrebbe aiutare. “Questa è un’incredibile opportunità per coloro che vogliono realizzare il loro sogno di creare deliziose tentazioni ogni giorno ed essere pagati per questo”, ha commentato il direttore generale di Border Biscuits, Paul Parkins. “Il prescelto – ha aggiunto – sarà proclamato il nostro Mastro Biscottaio e guiderà il nostro entusiasta team nell’individuazione di idee deliziose per nuovi biscotti”.

REDAZIONE
Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.