AmbienteRinnovabili

Batteria al sale: cos’è e come funziona

La batteria al sale garantisce efficienza energetica e ottime prestazioni: vediamo nel dettaglio che cos’è e quali vantaggi offre a chi la utilizza

In tempi di forte crisi energetica, la batteria al sale, un accumulatore di energia completamente naturale e rinnovabile, potrebbe dare il via a una vera e propria rivoluzione energetica: ma cos’è e come funziona?

batteria al sale cos’è
Foto: schenkArt @iStock

Batteria al sale, i vantaggi

Perché si possa parlare di rivoluzione in termini energetici ed ecologici, è necessario che questo nuovo tipo di batteria garantisca prestazioni e caratteristiche radicalmente nuove. In effetti, i vantaggi della batteria al sale sono molteplici e permettono di capire cos’è che la rende innovativa da diversi punti di vista.

Massima sicurezza e bassissimo impatto ambientale

La batteria al sale è sicura per l’uomo e per l’ambiente. Si tratta di un prodotto naturale, i cui componenti sono facilmente reperibili, ed è completamente riciclabile. Quindi non inquina e non crea problemi di smaltimento. Tutti i componenti della batteria al sale si potrebbero facilmente smaltire in discarica, se ve ne fosse la necessità. Oltre a non costituire un rischio per l’ambiente, garantisce la massima sicurezza in quanto non è soggetta a esplosioni o infiammabilità. Per questi motivi, la batteria al sale è adatta a qualsiasi impiego, residenziale o aziendale. È addirittura in fase di studio un modello da adattare alle automobili.

Batteria al sale, cos’è questa novità

La batteria al sale non rappresenta di per sé nessuna novità, o meglio la sua applicazione è assolutamente innovativa ma il componente di base è il cloruro di sodio, ovvero il comune sale da cucina. Funziona come una normale batteria classica, quindi scaldandosi, il sale diventa liquido e incomincia a caricare e immagazzinare energia. Come il sale nel barattolo che abbiamo in cucina, non è soggetto agli sbalzi di temperatura, pertanto può essere utilizzato in un range di temperature comprese tra -40°e +60º. Inoltre, può rimanere inutilizzata a lungo, anche mesi, senza conseguenze di nessun tipo sulle sue prestazioni. Un’ottima soluzione per la casa al mare.

Quanto costa?

Il prezzo per una batteria al sale è decisamente superiore rispetto ad una batteria tradizionale, circa il 20% in più, perché la produzione è ancora ridotta.
Tuttavia, in fase di valutazione della sua efficienza dal punto di vista economico è utile tenere a mente che, trattandosi di un sistema energetico autonomo, non è soggetto agli aumenti di prezzo dell’energia. Infine, è doveroso sottolineare la sostenibilità a lungo termine della batteria di sale. Alcune batterie al sale sono in funzione da una ventina d’anni e continuano a funzionare al 100% senza cali di efficienza. Addirittura, secondo alcuni studi, l’efficienza e quindi la resa della batteria al sale tende ad aumentare nel tempo. Pensate alla batteria del vostro cellulare: state già sognando di non doverla più cambiare?

blank
Interprete e Traduttrice Laureata in Linguistica Inglese, da sempre mi interesso di tematiche ambientali e amo gli animali: da loro ho imparato il rispetto per la natura e per tutti gli esseri viventi.