FoodGastronomia

Barbecue a carbonella Vs barbecue a gas

Secondo voi è meglio il barbecue a carbonella o il barbecue a gas? Nonostante il tema sia dibattuto, ora la scienza potrebbe avere una risposta.

La sfida tra barbecue a carbonella e barbecue a gas ogni estate è sempre più accesa, con sostenitori da ambo le parti a garantire che l’una o l’altra sia la migliore. Eppure di recente la scienza potrebbe aver dato una risposta definitiva al quesito, svelando come il segreto del successo di una buona grigliata stia nella chimica.

barbecue carbonella barbecue gas

Barbecue a carbonella

Le differenze tra barbecue a carbonella e barbecue a gas sono numerose, nonostante spesso si riducano ad un aspetto pratico. Secondo Gavin Sacks, professore associato di food science alla Cornell University, la risposta a questa domanda, almeno da un punto di vista del gusto, sarebbe una questione di chimica.

Sono moltissime le trasformazioni molecolari che intervengono nella carne quando viene cotta, che sia sulla griglia o meno. Il calore innesca cambiamenti chimici tra proteine, zuccheri e grassi, un esempio emblematico è la reazione di Maillard. L’aspetto unico della cottura con la carbonella, però, è la combustione del legno, aspetto che ovviamente manca nel barbecue a gas.

barbecue carbonella

C’è una molecola in particolare, il guaiacolo, che il nostro cervello si è abituato a collegare con qualcosa di simile al bacon. Viene prodotto quando la lignina, presente nel carbone, viene sottoposta a un forte calore, producendo un particolare aroma affumicato e speziato. Cuocere due identiche bistecche, alla medesima temperatura, su un barbecue a carbonella e un barbecue a gas, produrrà due risultati diversi.

Barbecue a gas

Nella sfida tra barbecue a carbonella e barbecue a gas, però, il sapore non è l’unico parametro che deve essere preso in considerazione. Uno degli aspetti più apprezzati della variante a gas, infatti, è la sua praticità, una variabile che per alcune persone può essere molto importante.

Un altro aspetto da considerare è il controllo maggiore della temperatura: in un barbecue a gas si può dosare con più precisione il calore, soprattutto se, al posto di una comune griglia, si utilizza una piastra. D’altra parte però è necessario fare un po’ di attenzione, visto che le griglie alimentate a gas possono scaldare gli alimenti molto velocemente, rischiando a volte di bruciarli.

barbecue gas

Ultima ma non ultima c’è la questione degli odori: a differenza del barbecue a carbonella, il barbecue a gas fa molto meno fumo. Come abbiamo scritto prima questo, può essere uno svantaggio dal punto di vista del sapore degli alimenti cucinati, ma dal punto di vista della facilità d’uso è imbattibile.

REDAZIONE

Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.