AttualitàLifestyle

Arriva una catena di hamburgerie 100% biologiche

Una nuova catena di hamburgerie 100% biologiche, Nic’s, sta conquistando gli USA, un successo che nei prossimi anni dovrebbe moltiplicarsi.

L’idea di una catena di hamburgerie 100% biologiche è diventanta realtà con Nic’s, un locale aperto nel 2017 a Chicago. In questi due anni ha avuto così tanto successo che si sta espandendo in diversi stati degli USA, ad un ritmo che sembra potrà solo aumentare nei prossimi anni. Il fondatore Neal Zeavy non ha voluto cedere ad alcun compromesso: dal pane ai sottaceti passando per le salse, ogni ingrediente è stato selezionato da produttori biologici.

hamburgerie 100 biologiche

La sfida dell’hamburger biologico

Da anni ormai il biologico è un settore che traina il comparto dell’agroalimentare in tutto il mondo, con una vendita stimata negli USA di 45 miliardi di dollari, un aumento del 5,5% rispetto al 2017. Neal Zeavy, nel pensare la catena di hamburgerie 100% biologiche, ha voluto combinare l’attenzione per l’ambiente e la salute con il successo dei prodotti bio e sembra che i risultati ottenuti lo stiano premiando.

LEGGI ANCHE: Mangiare 100% bio una settimana: ecco cosa abbiamo scoperto

sfida hamburger biologico

La cosa sembra ancora più interessante quando si pensa che pochissime tra le catene dei grandi fast food hanno scelto di dedicarsi al settore. Negli Stati Uniti praticamente nessuna sponsorizza i propri prodotti come biologici, e anche giganti come Chipotle, nonostante acquisti una piccola parte dei suoi ingredienti come biologici, non fa pubblicità in merito. Il motivo è semplice e lo ha scoperto anche Neal Zeavy: una catena ha bisogno di costanza nei rifornimenti e, a volte, con i prodotti bio è più complicato.

Nonostante questo, dall’apertura nel 2017, Neal Zeavy è riuscito a lanciare altri tre locali in diverse città degli USA, ricavando circa mezzo milione di dollari da ognuno di questi nell’arco di un anno. Per il 2020 la catena Nic’s dovrebbe raddoppiare i ricavi, arrivando dopo qualche anno a 50 locali in totale. Non è impossibile immaginare, tra qualche anno, l’arrivo della catena anche nel resto del mondo.

REDAZIONE

Raccontare e spiegare cibo, sostenibilità, natura e salute. Un obiettivo più facile a dirsi che a farsi, ma nella redazione di inNaturale non sono queste le sfide che scoraggiano. Siamo un gruppo di giovani affiatati in cerca del servizio perfetto, pronti a raccontarvi le ultime novità e le storie più particolari.