AmbienteEcologia

Allarme alberi: uno su tre è a rischio estinzione

La situazione sarebbe critica per diverse specie di alberi secondo un nuovo rapporto internazionale. Il 30% è a rischio estinzione.

Anche gli alberi affrontano un serio rischio di estinzione; almeno una specie di albero su tre rischia di scomparire. L’attività umana non metterebbe a rischio solo gli animali, ma anche le piante. L’allarme è stato lanciato da un rapporto del Botanic Gardens Conservation International (BGCI) una rete mondiale per la conservazione delle piante che comprende più di 650 istituzioni botaniche in oltre 100 paesi.

alberi rischio estinzione

Troppe specie di alberi a rischio estinzione

Secondo il rapporto circa 17.500 delle 60.000 specie di alberi conosciuti sono attualmente a rischio estinzione. Si tratta di una cifra vicina al 30%, praticamente una specie su tre. È una cifra enorme che rappresenta il doppio rispetto alle specie di mammiferi, uccelli, anfibi e rettili anch’essi a rischio di scomparire. Tra le 17.500 specie, oltre 440 sarebbero a rischio gravissimo con meno di 50 piante rimaste in natura. Una perdita di così tante specie sarebbe un durissimo colpo per la biodiversità.

L’uomo tra le cause principali

L’attività dell’uomo sarebbe tra le cause principali. A mettere a rischio le piante sarebbe principalmente la perdita di habitat ideale dovuta all’agricoltura e al pascolo oltre allo sfruttamento eccessivo dovuto al disboscamento. Indirettamente responsabilità dell’uomo, anche la crisi climatica e le condizioni meteorologiche sempre più estreme stanno mettendo sotto pressione la capacità di adattamento degli alberi livello globale. Proprio a causa della crisi climatica molti alberi rischiano di perdere il proprio ambiente naturale senza capacità di adattarsi in tempo. Particolarmente a rischio di estinzione sarebbero gli alberi delle foreste pluviali dell’America centrale.

Cosa fare per salvare gli alberi?

Di fronte a così tanti alberi a rischio estinzione gli esperti non vogliono restare con le mani in mano. Secondo il rapporto, gli sforzi di conservazione guidati dalla comunità botanica mondiale sono in crescita. Almeno il 64% di tutte le specie arboree conosciute si trova all’interno di una qualche area protetta. Circa il 30% degli alberi è conservato tra giardini botanici e banche di semi. Ma potrebbe non essere abbastanza.

Salvare gli alberi, spiegano, è uno sforzo globale che richiede un’azione locale. Individui e organizzazioni possono sostenere la piantumazione di specie autoctone minacciate in parchi o giardini botanici. Si tratterebbe semplicemente piantare l’albero giusto nel posto giusto e fare in modo che possa prosperare per molti anni. Per la tutela della biodiversità sul nostro pianeta potrebbe fare davvero la differenza.

blank
Laureato in Scienze Politiche e Comunicazione Pubblica, ha lavorato in radio e nel tempo libero si dedica alla scrittura creativa. Da sempre appassionato di cultura, scienza e tecnologia è costantemente a caccia di nuove curiosità in grado di cambiare il mondo in cui viviamo.